Cucinare è divertente, e ora anche stare in piedi!

Le scarpe kybun rispondono alle esigenze del settore alimentare

La suola resistente all'abrasione e all'acqua ed estremamente antiscivolo protegge dagli infortuni sul lavoro. Il sistema climatico del piede garantisce una regolazione ottimale dell'umidità e della temperatura. Inoltre con le scarpe kybun non occorre abituare faticosamente il piede alle scarpe, poiché queste si adattano fin da subito. Lasciatevi convincere dalla comodità e dalla funzionalità delle scarpe kybun.

Le scarpe di buona qualità rappresentano l'essenza del lavoro nella gastronomia, sia per i camerieri che per i cuochi.

Mai più gambe stanche
Stare a lungo in piedi con le scarpe sbagliate porta velocemente ad avere gambe stanche e piedi doloranti. Le scarpe kybun forniscono un rimedio e portano benessere sul posto di lavoro.

Alleggeriscono i piedi
Grazie alla suola elastica e molleggiante con aria, le scarpe kybun facilitano la camminata e lo stare in piedi a lungo. Con la loro leggerezza, le scarpe si percepiscono appena e la suola walk-on-air fornisce un’ottima ammortizzazione e scarica sensibilmente il corpo.

"Avevo quasi sempre problemi ai piedi. Capitava anche che non potessi quasi più stare in piedi. Sono arrivato al punto di dover andare a consultare un medico. Poi tramite amici ho scoperto le kyBoot. Da allora, grazie alla morbidezza e all'ammortizzazione delle scarpe, riesco di nuovo a stare in piedi a lungo e a camminare. Inoltre ho constatato che la mia postura è migliorata.

Bettina Zöllig, proprietaria della Gasthaus Bären, a Speicherschwendi


Opinioni dei clienti

Karin Lüchinger Staubern, Svizzera

Karin Lüchinger Staubern, Svizzera

Piacciono a tutti. Le indossano tutti volentieri. Tutti dicono che sono comodissime. I primi giorni, poi, continuavamo a dire: “Oh, quanto sono morbide!”

Sig.ra e Sig. Mpalatsos di Mantoudi Evoias,  Grecia

Sig.ra e Sig. Mpalatsos di Mantoudi Evoias, Grecia

All’inizio del 2015, all’età di 77 anni, non riuscivo a percorrere più di 50 metri a piedi a causa dell’intorpidimento e dei dolori che provavo ad entrambe le gambe. Mi fu diagnosticata una “stenosi centrale” del tratto lombare. I medici ritenevano l’operazione alla colonna vertebrale l’unica soluzione plausibile. Mia moglie Stavroula (72 anni) aveva riscontrato un problema simile un anno prima. Non riusciva a percorrere più di 30 metri per il dolore percepito alla gamba sinistra. La sua diagnosi: “Stenosi laterale”.  Per ovviare al problema, si è sottoposta a intense sedute di fisioterapia, agopuntura, esercizi e, su consiglio dello stesso fisioterapista, alla camminata graduale con le kyBoot. Dopo questo trattamento era in grado di camminare 2 km senza soste. Sulla base di questi progressi, mi ha consigliato di adottare lo stesso approccio. Dopo 4 mesi di terapia, anche io ero in grado di camminare per quasi 1 km. Ho esitato con l’acquisto delle kyBoot, sebbene mi piacessero molto, finché non le ho provate per una giornata intera. Mia moglie ha provato a persuadermi, visto che a convincere lei non era stata solo la loro straordinarietà, ma anche l’ottima qualità dei materiali. Il motivo della mia esitazione era il prezzo, che ammonta a quasi la metà della mia pensione.  Tuttavia, a due mesi di utilizzo di queste scarpe meravigliose, posso ritenermi estremamente soddisfatto dell’acquisto. Adesso, insieme a mia moglie, riesco a camminare per 75 minuti ad andatura spedita. Facciamo a gara a chi arriva per primo. Il nostro obiettivo è raggiungere con le kyBoot i 10 km al giorno entro i prossimi due anni, quando festeggeremo il nostro 50° anniversario di matrimonio. 

Sabine Bauer, collaboratrice a la lavanderia, Svizzera

Sabine Bauer, collaboratrice a la lavanderia, Svizzera

Grazie alla suola morbida stare in piedi è molto più piacevole. Sento che non ci sono sovraccarichi. All’inizio non avevo affatto una buona presa con queste scarpe. Ma le cose con il tempo sono cambiate. Ho l’impressione che la scarpa sia diventata un po’ più dura. Siccome mi sembra che il piede non aderisca bene all’interno della calzatura, sono venuta qui per analizzare la mia postura con la pedana baropodometrica.