Galleggiare anziché stare seduti

Molte persone che lavorano in ufficio, soffrono di tensioni, disquilibri e mal di schiena.

Uno dei motivi dei disturbi fisici è l’eccessiva sedentarietà.

Lavorare sul tappeto kybun, per esempio a un tavolo in piedi, è l'alternativa ergonomica per il posto di lavoro. Sulla superficie elastica e molleggiante i muscoli piccoli si allenano, le tensioni si sciolgono e il benessere viene influenzato positivamente.

Gli studi hanno dimostrato che la combinazione tra movimento moderato e lavoro intellettuale aumenta l'efficienza e la concentrazione. Sul tappeto kybun sarete più ricettivi, creativi e in forma anche di sera.

Integrate il tavolo in piedi e il tappeto kybun nella vostra giornata lavorativa e vedrete quanto sarà divertente muoversi. Contemporaneamente vi allenate e fate qualcosa di buono per il vostro corpo.

In due progetti pilota quaranta funzionari bancari della Banca Cantonale di San Gallo e cento collaboratori di Helsana Assicurazioni hanno testato un tavolo in piedi insieme al tappeto kybun. In entrambi gli studi i partecipanti hanno confermato un effetto positivo del tappeto kybun sul benessere fisico e sulla postura. I collaboratori si sono divertiti molto a lavorare sul tappeto kybun.

Leggi qui lo studio pilota con la Banca Cantonale di San Gallo   PDF (1.8 MB)

Leggi qui lo studio pilota con Helsana Assicurazioni  PDF (382 KB)


Si fa la pausa kybun

Uno studio rappresentativo dimostra che: le pause sono un elemento fisso della vita quotidiana lavorativa, ma solo di rado vengono utilizzate per aumentare la produttività e la motivazione.

Il 75% dei dipendenti intervistati dichiara che nella loro impresa non viene offerto alcun modello di pausa attivo, per esempio attraverso esercizi di rilassamento, programmi di movimento o stanze per riposarsi.

Il tappeto elastico e molleggiante kybun offre movimento attivo e al contempo rilassante. Pertanto, durante la pausa, ricaricherete a pieno le batterie. Tornerete poi alla postazione di lavoro motivati e con nuova energia.


Dalla posizione seduta a quella in piedi

È gradito stare in piedi! Un tavolo da conferenza regolabile in altezza insieme al tappeto kybun fanno parte di un progetto di ufficio ergonomico. Gli studi hanno dimostrato che con il movimento moderato si raggiunge sia un netto miglioramento della postura che una migliore concentrazione e una maggiore capacità di memorizzazione.

Sul elastico e molleggiante tappeto kybun, i muscoli sottili dell’intero corsetto muscolare vengono utilizzati per mantenere l’equilibrio.

Grazie alle "posizioni in piedi" i colloqui sono molto dinamici ed efficienti. I partecipanti sono più svegli e partecipano in maniera attiva alla discussione.


Tra i nostri clienti soddisfatti annoveriamo anche note imprese.

Sempre più datori di lavoro scoprono i vantaggi della filosofia kybun nel lavoro.
Le seguenti imprese poggiano su kybun:

  • Postfinance, Svizzera
  • Banca Cantonale di San Gallo
  • Basilese Assicurazioni, agenzia Bern-West
  • Helsana Assicurazioni, Zurigo
  • Creative Software AG, Berneck
  • AWITgroup SA, Arbon
  • Remax, Arbon
  • Scuola club Svizzera orientale, San Gallo
  • MBT, Corea e Australia
  • Swissmasai AG, Romanshorn
  • MS Holenstein & Partner, San Gallo
  • PowerHouse International Church, Bassersdorf
  • Axel Springer Svizzera, Zurigo
  • Schaden Service Schweiz AG, Zurigo
  • Abacus Research SA, Kronbühl
  • Confiseur Läderach SA, Ennenda
  • UBS SA, San Gallo
  • Migros Genossenschaften Aare, Basilea e Lucerna
  • Volg Svizzera

Notizie:

nessuna news in questa lista.

 

Opinioni dei clienti

Ospite dell'hotel Paladina Ticino, Svizzera

Ospite dell'hotel Paladina Ticino, Svizzera

Michele, da poco hai delle scarpe nuove, e sono le kyBoot. Che problemi avevi ai piedi? Durante il giorno provavo dolori così forti da non riuscire quasi nemmeno a camminare. Ora devo ammettere che, grazie alle kyBoot, è un sogno. Sono tornato a muovermi in modo naturale e riesco persino a saltare. Certo, prima ci si deve abituare. Che problema avevi prima? Piede piatto traverso. Quando ha iniziato a portare queste scarpe Le porto da poco più di 3 mesi e devo dire che sono straordinarie, davvero fantastiche. I tuoi dolori sono spariti? Durante il giorno sì, non avverto più alcun dolore. La sera invece, quando torno a camminare scalzo, il mio problema persiste, non è ancora risolto.

Rafaela Hayden, aveva un'anomalia podalica, Svizzera

Rafaela Hayden, aveva un'anomalia podalica, Svizzera

Quel giorno, al negozio, per la prima volta ho sentito di calzare una scarpa che non comprimesse. Così mi sono decisa a comprarne un paio. Quando durante una visita ne parlai al mio ortopedico, lui si dimostrò molto scettico, disse che molti erano rimasti delusi dalle kyBoot ed erano tornati da lui lamentando ancora più dolori di prima. Ho considerato seriamente questo avvertimento, chiedendomi che cosa ci fosse dietro. Quando si comincia a star meglio si ha la tendenza a esagerare un po’. Pensavo che il problema potesse essere questo. Quando si portano dei plantari per un periodo prolungato, la muscolatura del piede perde tono. Ho cominciato a indossare le kyBoot alternandole alle scarpe con i plantari. Poi pian piano ho aumentato la sollecitazione. Sentivo che tutto il mio corpo veniva allenato. Ora esco con i cani un giorno alla settimana e riesco a camminare anche cinque ore e mezza. E questo nonostante porti le kyBoot solo da poco tempo. Al termine della giornata sento i piedi, ma il giorno dopo è già tutto di nuovo a posto.

Pascal Wieser, amministratore presso Vögele Reisen AG, Svizzera

Pascal Wieser, amministratore presso Vögele Reisen AG, Svizzera

Quando vado alle fiere e cammino per tanto tempo fra gli stand oppure quando devo stare in piedi a lungo, me lo dico sempre più spesso: in una scarpa la cosa più importante è la comodità. Non è che siano brutte, anzi. Le kyBoot sono cambiate da quando sono usciti i primi modelli. La cosa importante è che io mi senta a mio agio e continui a star bene.