Esperienze e opinioni dal mondo dello sport

Peter Zwahlen dalla Svizzera

Peter Zwahlen dalla Svizzera

Mi hanno lasciato portare le scarpe a casa e provarle addirittura per una settimana. Queste scarpe mi hanno convinto fin da subito. La settimana dopo, le ho comprate.

Sabine Bauer, collaboratrice a la lavanderia, Svizzera

Sabine Bauer, collaboratrice a la lavanderia, Svizzera

Una volta portavo le MBT, ma per me era troppo complicato. Le prime non avevano ancora nemmeno la suola curva, e camminarci era faticosissimo. Poi mi sono fatta inserire della schiuma nella scarpa, ma ci voleva molta abilità per camminarci. Quelle scarpe le ho ancora e sono come nuove. Ma naturalmente non fanno più al caso mio. Per camminare con più facilità preferisco ordinare un paio di kyBoot.

Jessica Brändle, contralto del coro Gossau Gospel Choir, Svizzera

Jessica Brändle, contralto del coro Gossau Gospel Choir, Svizzera

Non ho mai portato scarpe come queste prima d’ora. Non le conoscevo proprio. Quando ho provato le kyBoot per la prima volta è stato difficilissimo per me mantere l’equilibrio e cantare allo stesso tempo. Di tanto in tanto dovevo poggiare di nuovo i piedi sul pavimento duro. Il giorno dopo avevo i polpacci doloranti. Ma con il tempo è andata sempre meglio. Ci ho fatto l’abitudine e anche la scarpa è diventata più morbida. Adesso è piacevolissimo cantare indossandole, e il movimento oscillante è una sensazione che amo molto.