Opinioni su kybun e video delle interviste

Leggete qui tutte le opinioni dei clienti sui nostri prodotti. Inoltre, avete la possibilità di scegliere tra diverse categorie.

(Reset)

Opinioni su kybun

Ingrid S. di Lörrach, Germania

Venerdì: 5 ore a piedi ad Amburgo, temperatura di circa 0°. Piedi caldi dopo un breve tragitto.
Sabato: 10 ore a piedi ad Amburgo, temperatura di circa 0°: sembra incredibile aver durato così tanto!
Giovedì: passeggiata in spiaggia sull’isola di Amrum. La sabbia era talmente impregnata di pioggia, che era impossibile aggirare le pozzanghere. Dovevo comunque proseguire. Ho tolto scarpe e calze, circa 7°, dopo alcuni metri ho iniziato a percepire un intorpidimento alla suola del piede. Non avendo con me alcun asciugamano, ho dovuto asciugare il piede tamponandolo parzialmente con le mani, prima di rimettere calze e scarpe. Mi aspettavano poi all’incirca altri 30 minuti di corsa nel villaggio. Mi ripromisi di concedermi un pediluvio una volta rientrata nella casa-vacanze. Ma una volta arrivata nel villaggio, con stupore notai che i piedi erano di nuovo piacevolmente caldi! FANTASTICO.
Sul lavoro porto solo le kyBoot e le consiglio a tutti i miei pazienti. In vita mia non ho avuto scarpe migliori! Mia madre le indossa a casa ed è entusiasta di quanto i suoi piedi siano sempre piacevolmente caldi al loro interno.

Ingrid S. di Lörrach, Germania

Jürg Sieber, consulente presso Nahrin, Widnau, Svizzera

Al mercatino natalizio di Rorschach indossavo le kyBoot. Le ho messe con le calze da sci e non ho avuto freddo nei piedi. Prima dovevo mettere sempre le scarpe da trekking. Con le kyBoot è stato meraviglioso. Oramai le ho sperimentate più volte. Come al mercato di Arbon. E anche lì è stato molto meglio che con le scarpe da trekking. In genere avere tutto il giorno ai piedi delle scarpe pesanti non è piacevole. Ma con le kyBoot è stato stupendo. 

Jürg Sieber, consulente presso Nahrin, Widnau, Svizzera

Romy Ziltener, di Weesen sul lago di Walenstadt, Svizzera

Avevo dolori alla schiena e un problema alla gamba sinistra, che è più corta di 2,5 cm. Ho provato praticamente di tutto. Nel mio caso si tratta di un difetto congenito. Prima portavo delle scarpe MBT. Pensavo fossero le migliori ma non potevo camminarci. Persino gli specialisti vedevano che non ci riuscivo. Ho continuato a cercare finché non ho scoperto le kyBoot. Grazie a una signora della drogheria che mi ha dato le scarpe direttamente da provare a casa, avevo avuto l’occasione di fare già un po’ di pratica. All’inizio non mi convincevano, era una sensazione insolita, un po’ “traballante”. Mi aveva anche detto che avrei avuto dolori muscolari. Che non mi vennero durante il “periodo di prova”, ma dopo. Ora che ho superato quel momento devo dire che queste scarpe sono davvero fantastiche. E niente più piedi freddi. Ora ne abbiamo già tre paia, e me ne comprerò un altro.

Romy Ziltener, di Weesen sul lago di Walenstadt, Svizzera