Opinioni su kybun e video delle interviste

Leggete qui tutte le opinioni dei clienti sui nostri prodotti. Inoltre, avete la possibilità di scegliere tra diverse categorie.

(Reset)

Opinioni su kybun

John Jacko dalla Malaysia

Dal 2016 ho fatto 11'606'690 passi sulla suola elastica cuscino della scarpa kybun. Con ciascuna delle mie scarpe, ho fatto una media di 3,8 milioni di passi.

John Jacko dalla Malaysia

Jiří Šedivý, M.D., dirigente del Dipartimento di Ortopedia, Ospedale Jihlava, Repubblica Ceca

La scarpa kybun combina idealmente tre fattori importanti per camminare in modo sano e piacevole - la leggerezza di ogni passo, il comfort - grazie alla perfezione della scarpa in quanto a forma e ampiezza - e il semplice allenamento degli arti inferiori nonché l’esercizio fisico attraverso la camminata regolare, sulla base del principio dell’instabilità sotto i piedi. Il coinvolgimento dei muscoli massimi degli arti inferiori e del busto porta automaticamente al loro rafforzamento. Coinvolgere tutti i muscoli nella camminata regolare comporta anche un significativo aumento delle prestazioni della “pompa muscolare”, il che ha un effetto benefico sul sistema venoso e linfatico degli arti inferiori. Camminare con questa scarpa allevia il dolore cronico alla schiena e alle articolazioni, è benefico per tendini e legamenti troppo allenati e, ultimo ma non meno importante, può ridurre la tensione e la pressione nei polpacci. Principalmente uso la scarpa kybun per camminare su superfici dure: ad esempio per recarmi a lavoro in città, per turismo urbano intensivo (escursioni, ecc.). Ma ne trarrai grande beneficio anche su terreni più leggeri. Indossa la scarpa kybun e i tuoi piedi te ne saranno grati!! Detto questo, è semplicemente comoda per camminare...

Jiří Šedivý, M.D., dirigente del Dipartimento di Ortopedia, Ospedale Jihlava, Repubblica Ceca

Juhani Turunen dalla Finlandia

Dopo 18 maratone complete e diverse mezze maratone, ho dovuto smettere di correre di recente a causa del dolore alla zona lombare e alle gambe. La diagnosi medica è stata quella di una stenosi spinale. Ma non ho mai smesso di fare movimento. Combinando la scarpa kybun al pilates, riesco a fare lunghe passeggiate ed escursioni nella meravigliosa natura finlandese.

Juhani Turunen dalla Finlandia

Kathrin Müller-Hänny da Lenzburg, Svizera

La scoperta delle scarpe kybun mi ha cambiato la vita. Sin dalla nascita, convivo con un piede valgo/piatto. Era chiaro che non fosse possibile trovare delle scarpe adatte a me, pertanto i miei genitori mi fecero fare delle scarpe su misura abbastanza costose. Non ne ho un buon ricordo. Durante gli anni di scuola elementare, mia madre mi portava due volte all'anno in un negozio specializzato di Zurigo. Ricordo le ore da incubo trascorse in quel negozio troppo caldo, rivedo la commessa paziente venire verso di me con diverse paia di scarpe disposte lungo tutte le braccia; con scarso successo. Le escursioni in famiglia, le gite scolastiche e le vacanze in zone sciistiche si rivelavano per lo più una tortura. Nel maggio 2014 ho scoperto le scarpe kybun, l’esperienza dell’anno! Da allora riesco a camminare per ore senza provare dolore. Cammino su superfici dure, ad esempio quando vado a fare spese in città: non mi stanco più e non ho nessun male ai piedi! In passato, quasi ogni passo mi provocava dolore al fianco, ormai non più sano; oggi i miei fianchi e la mia schiena sono in buona salute. In casa, sono felice di camminare con i sandali kybun sui pavimenti in piastrelle di ceramica. Accompagnare i miei nipoti per ore dentro il Technorama o allo zoo, fare la fila o stare ai fornelli per molto tempo: lo faccio consapevolmente e ne sono contenta! È un piacere camminare in modo consapevole e corretto.

Kathrin Müller-Hänny da Lenzburg, Svizera

Customer from Switzerland

Per quasi due anni non ho potuto camminare, poiché avevo un’ernia al disco. Poi un amico mi ha regalato queste scarpe. Con queste andavo regolarmente a passeggiare e così sono tornato a camminare. Ora sto di nuovo bene. Con le scarpe kybun? Sì con kybun e con la preghiera.

Customer from Switzerland

Helen Hardegger dalla Svizzera

Indosso volentieri le kyBoot durante le mie passeggiate. Ammortizzano bene e mi sembra che facciano molto bene anche alla schiena.

Helen Hardegger dalla Svizzera

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera

Le porto a lavoro, a casa come scarpe domestiche, per fare escursioni, passeggiate e sport. Le indosso praticamente per fare tutto.

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera

Sig.ra e Sig. Mpalatsos di Mantoudi Evoias,  Grecia

All’inizio del 2015, all’età di 77 anni, non riuscivo a percorrere più di 50 metri a piedi a causa dell’intorpidimento e dei dolori che provavo ad entrambe le gambe. Mi fu diagnosticata una “stenosi centrale” del tratto lombare. I medici ritenevano l’operazione alla colonna vertebrale l’unica soluzione plausibile. Mia moglie Stavroula (72 anni) aveva riscontrato un problema simile un anno prima. Non riusciva a percorrere più di 30 metri per il dolore percepito alla gamba sinistra. La sua diagnosi: “Stenosi laterale”.  Per ovviare al problema, si è sottoposta a intense sedute di fisioterapia, agopuntura, esercizi e, su consiglio dello stesso fisioterapista, alla camminata graduale con le kyBoot. Dopo questo trattamento era in grado di camminare 2 km senza soste. Sulla base di questi progressi, mi ha consigliato di adottare lo stesso approccio. Dopo 4 mesi di terapia, anche io ero in grado di camminare per quasi 1 km. Ho esitato con l’acquisto delle kyBoot, sebbene mi piacessero molto, finché non le ho provate per una giornata intera. Mia moglie ha provato a persuadermi, visto che a convincere lei non era stata solo la loro straordinarietà, ma anche l’ottima qualità dei materiali. Il motivo della mia esitazione era il prezzo, che ammonta a quasi la metà della mia pensione.  Tuttavia, a due mesi di utilizzo di queste scarpe meravigliose, posso ritenermi estremamente soddisfatto dell’acquisto. Adesso, insieme a mia moglie, riesco a camminare per 75 minuti ad andatura spedita. Facciamo a gara a chi arriva per primo. Il nostro obiettivo è raggiungere con le kyBoot i 10 km al giorno entro i prossimi due anni, quando festeggeremo il nostro 50° anniversario di matrimonio. 

Sig.ra e Sig. Mpalatsos di Mantoudi Evoias, Grecia

Janine Schmid dalla Svizzera

Mio marito calzava le kyBoot e io ne ero quasi gelosa, perché diceva che erano così comode, in particolare sulla pianta del piede. Indosso spesso le kyBoot. Dato che avevo problemi alle anche, riuscivo a malapena a camminare per poche centinaia di metri fino al Volg (supermercato). Ma da quando indosso queste scarpe, riesco a fare di nuovo le mie passeggiate.

Janine Schmid dalla Svizzera

Paul Kammradt da Solliès-Toucas, Francia

A 66 anni ho due protesi all’anca, una al ginocchio e ho dovuto subire due importanti interventi chirurgici alla schiena. Appena ho avuto l’occasione di scoprire le kyBoot le mie ginocchia, che erano sempre gonfie, hanno recuperato una dimensione normale in due giorni. Ora cammino senza zoppicare e per diverse ore. Ho davvero l’impressione di essere tornato a vivere.

Paul Kammradt da Solliès-Toucas, Francia

Roberto Rendo Dentista de La Spezia, Italia

Soffro da tempo di lombalgie e dorsalgie perché con il mio lavoro sono “incatenato” alla poltrona odontoiatrica per oltre otto ore al giorno, curvo sui pazienti che curo e con i muscoli della colonna vertebrale sempre in tensione. La svolta è arrivata a 60 anni quando un mio amico medico fisiatra mi ha consigliato di usare le scarpe KyBoot. Per me è stata la soluzione di quasi tutti i miei problemi posturali. Fare una passeggiata a piedi con le mie nuove scarpe KyBoot mi vale più di una seduta dall’osteopata o un’ora di pilate! A parte la piacevolissima sensazione di camminare come su una nuvola, istantaneamente la mia postura si riequilibra e i dolori alla schiena lentamente spariscono. Sono così contento che ho acquistato un modello per l’ospedale dove lavoro, un modello per lo studio professionale privato, un modello più sportivo primaverile e uno invernale per i giorni di pioggia. Non ne posso più fare a meno. Inoltre ho voluto regalarne un paio a mio fratello (Ufficiale dei Carabinieri) più volte operato alla colonna vertebra per delle brutte ernie discali ed anche lui è contentissimo e molto soddisfatto di questo nuovo approccio dopo aver provato senza successo innumerevoli terapie alternative. Comunque tutte le parole lasciano il tempo che trovano……bisogna provare per capire il confort, la qualità, le proprietà terapeutiche! Provare per credere! Grazie Kybun. Vi sarò riconoscente per tutta la vita. Io acquisterò solo scarpe Kybun!

Roberto Rendo Dentista de La Spezia, Italia

Margaret dall'Inghilterra

Non trovo le parole sufficienti per raccomandare le scarpe kyBoot. Ho 76 anni, ero una camminatrice abituata a percorrere grandi distanze e per molti anni mi sono dedicata alla danza country. All’epoca ho provato molte scarpe e le mie kyBoot sono davvero le migliori. Sono così comode che le porto continuamente per camminare, per il giardinaggio, la danza zumba e i lavori domestici.  Sono comode come le pantofole più morbide, ma sufficientemente robuste per una camminata di una quindicina di chilometri attraverso la campagna. Ho un’amica fisioterapista che come me è impressionata me dalla capacità delle scarpe di ammortizzare gli impatti. E il modo in cui si adattano al piede le rende ideali per compensare l’invecchiamento dei giunti.

Margaret dall'Inghilterra

René Meier da Svizzera

Indosso queste scarpe ogni giorno. Abbiamo anche un cane e quando vado a passeggio con lui le metto ai piedi.

René Meier da Svizzera

Ingrid S. di Lörrach, Germania

Venerdì: 5 ore a piedi ad Amburgo, temperatura di circa 0°. Piedi caldi dopo un breve tragitto.
Sabato: 10 ore a piedi ad Amburgo, temperatura di circa 0°: sembra incredibile aver durato così tanto!
Giovedì: passeggiata in spiaggia sull’isola di Amrum. La sabbia era talmente impregnata di pioggia, che era impossibile aggirare le pozzanghere. Dovevo comunque proseguire. Ho tolto scarpe e calze, circa 7°, dopo alcuni metri ho iniziato a percepire un intorpidimento alla suola del piede. Non avendo con me alcun asciugamano, ho dovuto asciugare il piede tamponandolo parzialmente con le mani, prima di rimettere calze e scarpe. Mi aspettavano poi all’incirca altri 30 minuti di corsa nel villaggio. Mi ripromisi di concedermi un pediluvio una volta rientrata nella casa-vacanze. Ma una volta arrivata nel villaggio, con stupore notai che i piedi erano di nuovo piacevolmente caldi! FANTASTICO.
Sul lavoro porto solo le kyBoot e le consiglio a tutti i miei pazienti. In vita mia non ho avuto scarpe migliori! Mia madre le indossa a casa ed è entusiasta di quanto i suoi piedi siano sempre piacevolmente caldi al loro interno.

Ingrid S. di Lörrach, Germania

Imelda Angehrn, allevatrice di cani di Gossau, Svizzera

Quando si cammina si poggia sul morbido, si è comodi tutto il giorno e non ci si stanca. Le suole sono buone e resistono anche quando esco a passeggio con i cani sotto la pioggia o nell’erba bagnata. Infatti non serve che torni a casa per cambiarmi di scarpe. Le kyBoot sono perfette anche in queste occasioni.

Imelda Angehrn, allevatrice di cani di Gossau, Svizzera

Romy Ziltener, di Weesen sul lago di Walenstadt, Svizzera

Le scarpe che porto adesso, le uso per andare in bici. Sono eleganti e stanno benissimo con la mia Flyer. Tutto deve essere abbinato. Poi ho delle scarpe nere di lacca con le quali andrei anche a St. Moritz. Secondo me indossare un bel maglione nero di mohair, pantaloni neri e un paio di scarpe nere di lacca è il massimo. Così mi sento proprio bene. 

Romy Ziltener, di Weesen sul lago di Walenstadt, Svizzera

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera

Le kyBoot creano dipendenza. Con queste scarpe anche il più convinto pantofolaio diventerà un appassionato camminatore. Un vero e proprio piacere: un mix tra sensazione di ovatta e dondolio pur garantendo un appoggio stabile. Le calzo ogni giorno da un mese e non intendo più farne a meno. Prima conoscevo l’espressione «il cane è il migliore amico dell’uomo», ora conosco anche la massima «la scarpa è la migliore amica dell’uomo». Con la coscienza tranquilla affido loro la mediazione tra il mio piede e la terra.

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera