Opinioni su kybun e video delle interviste

Leggete qui tutte le opinioni dei clienti sui nostri prodotti. Inoltre, avete la possibilità di scegliere tra diverse categorie.

(Reset)

Opinioni su kybun

Jiří Šedivý, M.D., dirigente del Dipartimento di Ortopedia, Ospedale Jihlava, Repubblica Ceca

La scarpa kybun combina idealmente tre fattori importanti per camminare in modo sano e piacevole - la leggerezza di ogni passo, il comfort - grazie alla perfezione della scarpa in quanto a forma e ampiezza - e il semplice allenamento degli arti inferiori nonché l’esercizio fisico attraverso la camminata regolare, sulla base del principio dell’instabilità sotto i piedi. Il coinvolgimento dei muscoli massimi degli arti inferiori e del busto porta automaticamente al loro rafforzamento. Coinvolgere tutti i muscoli nella camminata regolare comporta anche un significativo aumento delle prestazioni della “pompa muscolare”, il che ha un effetto benefico sul sistema venoso e linfatico degli arti inferiori. Camminare con questa scarpa allevia il dolore cronico alla schiena e alle articolazioni, è benefico per tendini e legamenti troppo allenati e, ultimo ma non meno importante, può ridurre la tensione e la pressione nei polpacci. Principalmente uso la scarpa kybun per camminare su superfici dure: ad esempio per recarmi a lavoro in città, per turismo urbano intensivo (escursioni, ecc.). Ma ne trarrai grande beneficio anche su terreni più leggeri. Indossa la scarpa kybun e i tuoi piedi te ne saranno grati!! Detto questo, è semplicemente comoda per camminare...

Jiří Šedivý, M.D., dirigente del Dipartimento di Ortopedia, Ospedale Jihlava, Repubblica Ceca

Croce Rossa Svizzera del Cantone San Gallo

Gli autisti volontari della Croce Rossa Svizzera del Cantone San Gallo Rorschach & Rheintal hanno partecipato a un evento per autisti e conosciuto da vicino il kybun World. Indossando le scarpe, si sono resi conto in modo impressionante di quanto esse siano resistenti e ammortizzanti. Soprattutto al momento di rimettersi le scarpe di tutti i giorni, l'effetto "wow" è stato incredibile. Il tour esperienziale è stato emozionante, informativo e molto divertente. Grazie mille per la competenza e la disponibilità con cui l'avete gestito. Un'ottima escursione per i gruppi, soprattutto perché è possibile provare le scarpe direttamente.

Croce Rossa Svizzera del Cantone San Gallo

Christine Muchenberger dalla Svizzera

Ho pensato che fosse una buona cosa. Non riesco a immaginare che non aiuterà. Mi hanno detto di fare attenzione, che non siano dure dal basso. Effettivamente è logico, che così è meglio. È quasi ovvio che deve esserci un miglioramento con questa imbottitura sotto.

Christine Muchenberger dalla Svizzera

Romeo Botta, fisioterapista al CTPLAN

La cosa sorprendente nella mia paziente è stata che praticamente da una settima all’altra non ha avuto più dolore. È già sufficiente per ritenerla una reazione positiva dopo aver indossato le kyBoot. Non avverte più dolori, di conseguenza riusciva a muoversi meglio, diventava sempre più simmetrica nei movimenti. Ci siamo potuti nuovamente concentrare sul vero problema, ossia il lavoro sull’articolazione del ginocchio, la causa per la quale è venuta da me.

Romeo Botta, fisioterapista al CTPLAN

Romeo Botta, fisioterapista al CTPLAN

Per noi fisioterapisti le kyBoot in questo caso sono ottime, perché generano una permanente instabilità. Nel corso delle sedute terapeutiche ma soprattutto anche a casa durante il programma domestico sono ottime da utilizzare. Instabilità vuol dire che la muscolatura deve lavorare in modo permanente e quindi abbiamo un lavoro continuo della muscolatura stabilizzatrice del piede che produce una stabilità ancora migliore.

Romeo Botta, fisioterapista al CTPLAN

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

Un altro vantaggio è che quando poggio i piedi in modo scorretto su una superficie irregolare, mi rendo conto che la suola delle kyBoot attutisce l’impatto. Non ho la sensazione che il mio piede si pieghi all’infuori, cosa che invece accadrebbe sicuramente con una tradizionale suola più dura. Anzi, questi dislivelli, come pietre o estremità di radici, vengono semplicemente attutiti e assorbiti dalla suola, la quale mi consente di camminarci sopra come se sulla superficie non vi fosse nulla.

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

Liz Tödtli da Svizzera

Sento veramente che i miei passi vengono attutiti. È proprio così, con la gravidanza si ha la sensazione che tutto diventi più morbido e rilassato, e le kyBoot offrono un vero sollievo quando si cammina o si sta in piedi. Non ho mai avvertito gonfiori alle gambe o ai piedi. Mi sento in forma. Mi sento sicuro sapendo che devo camminare più a lungo. Lo so, ce la farò.

Liz Tödtli da Svizzera

Rosalba Jäggi dalla Svizzera

Percepisco che il mio piede, anche se non funziona più come prima, desidera comunque avvertire la conformazione del terreno su cui poggia. Con una suola rigida, quest’informazione non viene trasmessa e questa è la ragione per cui a volte sono caduta. Con questa scarpa invece percepisco il terreno sotto ai miei piedi. Il piede funziona anche se in teoria non è più in grado di farlo. Desidera bilanciare il peso e riescea farlo grazie all’ausilio della suola: è una sensazione fantastica. Per me questo significa iniziare una nuova vita! Mi ridà speranza e fiducia in me stessa perché vedo che riesco a muovermi un po’.

Rosalba Jäggi dalla Svizzera

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

In quel momento ho esitato un po’ e ho pensato: ma posso davvero camminare con queste scarpe? Per me le informazioni che percepisco dal suolo con  i piedi mentre cammino sono davvero essenziali. Non potendo vedere la superficie e le sue irregolarità, devo prima poter tastare con i piedi ciò che sta sotto per spostare successivamente il peso del resto del corpo sul piede. A questo proposito, temevo che la suola attutisse del tutto gli urti e fosse quindi così perfetta da non poter più ricevere informazioni.

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

Sin dall’inizio sono rimasto sorpreso e stupito dalla loro efficacia e dal loro funzionamento. Pur poggiando il piede su una pietra o un dislivello, la suola ammortizza gli urti e compensa le irregolarità consentendomi comunque di percepirle.

Hans-Peter Schmid da Zurigo, Svizzera

Doris Blum da Berna, Svizzera

Con questa scarpa mi sento sempre sicura. Mi sento bene perché è leggera. Camminare con questa scarpa è come camminare a piedi nudi. Riesco a percepire benissimo il punto esatto della scala su cui ho posizionato il piede. E questo mi dà un senso di sicurezza.

Doris Blum da Berna, Svizzera

Don St John, dottore in psicologia somatica a Salt Lake City, Utah - USA

Sono le scarpe più confortevoli e con il maggiore sostegno che io abbia mai indossato. In qualità di psicologo somatico, so bene quanto sia importante che i piedi sostengano tutto il resto del corpo. Le kyBoot forniscono un enorme sostegno alla mia colonna lombare. Ho 72 anni e gioco molto a golf, questo vuol dire che spesso ho mal di schiena. In questi casi, l'unica cosa da fare è una passeggiata nelle mie KyBoot e la mia schiena è di nuovo completamente in forma. In più, mi sento come se camminassi sulle nuvole. In passato, la prima cosa che facevo appena tornato dall'ufficio era togliermi le scarpe. Ora, invece, non vorrei toglierle mai; sono più comode delle pantofole. Non riesco a portare altre scarpe, perché queste sono confortevoli e mi sostengono. Presto arriverà il mio secondo paio e sto già pensando al terzo. Valgono fino all'ultimo centesimo speso.

Don St John, dottore in psicologia somatica a Salt Lake City, Utah - USA

Signor Karst da Andernach, Germania

Non stavo bene, le mie scarpe non mi avevano consentito di fare molto. Non potevo camminare molto con le scarpe e avevo un sacco di dolori, alla schiena, alle cosce e all’anca. Poi ho visto le kyBoot davanti al negozio, sono entrato e mi sono informato su che tipo di scarpe vendevano effettivamente. Poi ho ricevuto subito un paio di scarpe di prova e ho provato una sensazione di meraviglia. Una cosa che non conoscevo affatto. Mi dovevo quasi reggere al bancone, altrimenti sarei caduto, dato che in un primo momento erano troppo traballanti. Ma mi sono reso conto in fretta che per il mio corpo erano perfette e che mi avrebbero aiutato a superare i miei dolori. E che in futuro mi sarei sentito molto, molto meglio. In cambio di una firma ho ricevuto una paio di scarpe di prova. Ho avuto la possibilità di indossare le scarpe almeno per una settimana buona, scarsa per rendermi conto di come stavo fisicamente indossandole. Martedì pomeriggio ho ricevuto le scarpe e questa mattina, venerdì, ho indossato di nuovo per la prima volta queste scarpe e da allora non ho più dolori. Non ho più dolori all’anca e alla schiena. Non ho più dolori, se ne sono andati. In realtà quest'anno dovevo farmi operare all’anca, ma da come sembra adesso, non ho più bisogno di questa operazione. Non posso che consigliare queste scarpe a chi ha problemi con l’architettuta scheletrica e con la struttura. Se si hanno un po' di soldi in più, si dovrebbe metterli da parte se non si riesce a pagarle in una volta. In questo modo prima o poi, mettendo ripetutamente i soldi da parte, ci si può permettere l'acquisto delle scarpe. Saranno assolutamente utili alla salute di tutti, di più non posso consigliare. Io le ho provate e oggi ho comprato due paia di scarpe. Anche io ho risparmiato per questo e ho risparmiato anche di più. Io acquisto cose che penso siano utili per me e per mia moglie e oggi proprio queste due paia di scarpe calzano a pennello.

Signor Karst da Andernach, Germania

Margaret dall'Inghilterra

Non trovo le parole sufficienti per raccomandare le scarpe kyBoot. Ho 76 anni, ero una camminatrice abituata a percorrere grandi distanze e per molti anni mi sono dedicata alla danza country. All’epoca ho provato molte scarpe e le mie kyBoot sono davvero le migliori. Sono così comode che le porto continuamente per camminare, per il giardinaggio, la danza zumba e i lavori domestici.  Sono comode come le pantofole più morbide, ma sufficientemente robuste per una camminata di una quindicina di chilometri attraverso la campagna. Ho un’amica fisioterapista che come me è impressionata me dalla capacità delle scarpe di ammortizzare gli impatti. E il modo in cui si adattano al piede le rende ideali per compensare l’invecchiamento dei giunti.

Margaret dall'Inghilterra

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera

Le kyBoot creano dipendenza. Con queste scarpe anche il più convinto pantofolaio diventerà un appassionato camminatore. Un vero e proprio piacere: un mix tra sensazione di ovatta e dondolio pur garantendo un appoggio stabile. Le calzo ogni giorno da un mese e non intendo più farne a meno. Prima conoscevo l’espressione «il cane è il migliore amico dell’uomo», ora conosco anche la massima «la scarpa è la migliore amica dell’uomo». Con la coscienza tranquilla affido loro la mediazione tra il mio piede e la terra.

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera

Queste scarpe sono veramente l'ideale. Su sanpietrini o in foresta, soprattutto in inverno, quando il terreno è scivoloso. Con queste scarpe è impossibile scivolare, anche se il suolo è sdrucciolevole. Con gli altri tipi di scarpe questo accadeva spesso. E spesso sono scivolato. Con queste scarpe invece è impossibile.

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera