Opinioni su kybun e video delle interviste

Leggete qui tutte le opinioni dei clienti sui nostri prodotti. Inoltre, avete la possibilità di scegliere tra diverse categorie.

(Reset)

Opinioni su kybun

Heidi Frei da Svizzera

Sono passati di sicuro 10 anni prima di riuscire a ricominciare a vivere in un certo qual modo. Da 5 anni vivo molto meglio e ora vorrei muovermi senza provare dolore. È per questo che ho scelto la scarpa kybun. Indosserò questa scarpa per tutta la mia vita. Questa per me è una vera gioia.

Heidi Frei da Svizzera

Carlo Bachmann da Svizzera

È stato decisivo il fatto che mi sono accorto che mi costringe a camminare in modo diverso. Che ad esempio non accuso più colpi alle articolazioni. Mi facevano malissimo soprattutto l’articolazione tibio-tarsale e il ginocchio sinistro. È già migliorata. Ovviamente non mi aspettavo di risolvere i problemi di 30 anni in due mesi. Tuttavia ho già fatto abbastanza progressi.

Carlo Bachmann da Svizzera

Michel da Wetzikon, Svizzera

Trovo che sia importante far sapere alle persone che si trovano nella stessa situazione in cui mi trovavo io tre settimane fa che c’è speranza. Che non bisogna mai perdere la speranza, anche se riescono a malapena a stare in cucina per cucinare qualcosa e altrimenti non riescono a fare nulla. Credo davvero che se provano dolore ai piedi quando camminano, si muovono ed escono, vale la pena fare almeno un tentativo. La consulenza è fenomenale. Conosco solo il negozio di Rüti, perché è nelle vicinanze. Si è impegnato davvero molto per consigliarmi, per darmi parere, per aiutarmi e non mi ha fatto andare via dal negozio prima che fossi convinto al 100% di avere la scarpa giusta.

Michel da Wetzikon, Svizzera

Kathrin Gerber-Blaser dalla Svizzera

All’inizio avevo un’andatura strana, mi ci è voluto un po’ di tempo, ma ora non ho più dolori al disco. Sono contenta di indossare questa scarpa. Non la darei mai via! Non me ne sbarazzerei assolutamente mai! Ho ancora altre scarpe, ma le indosso raramente devo dire. Porto i cani a spasso molto spesso ed è tutta un’altra storia!

Kathrin Gerber-Blaser dalla Svizzera

Carlo Bachmann da Svizzera

Quando indosso le altre scarpe, cammino già diversamente. Non trascino più così tanto il piede, ma cammino appoggiando il tallone. Negli ultimi anni non lo facevo, mi muovevo semplicemente così.

Carlo Bachmann da Svizzera

Dr. med. Sabine Bleuel, ortopedica, traumatologa, chirurgo delle mani e dei piedi

Che cosa ha da dire lo specialista in ortopedia e chirurgia traumatologica sul concetto di kybun?

Dr. med. Sabine Bleuel, ortopedica, traumatologa, chirurgo delle mani e dei piedi

Michel da Wetzikon, Svizzera

Questa scarpa, e non voglio esagerare, forse mi ha regalato un paio di anni di vita. Anche se la mia malattia è molto rara, suppongo che molte persone abbiano dolori simili. Che non camminano oppure che non escono di casa, hanno la gotta possono trarne giovamento. È come camminare su una nuvola e per i dolori che si provano anche solo stando in piedi in cucina, questa scarpa è davvero sensazionale.

Michel da Wetzikon, Svizzera

Juhani Turunen dalla Finlandia

Dopo 18 maratone complete e diverse mezze maratone, ho dovuto smettere di correre di recente a causa del dolore alla zona lombare e alle gambe. La diagnosi medica è stata quella di una stenosi spinale. Ma non ho mai smesso di fare movimento. Combinando la scarpa kybun al pilates, riesco a fare lunghe passeggiate ed escursioni nella meravigliosa natura finlandese.

Juhani Turunen dalla Finlandia

Michel da Wetzikon, Svizzera

Tre settimane fa ho comprato la scarpa. Andavo in giro ancora con le stampelle. Piano, proprio come un vecchietto. Oggi riesco ad uscire, faccio la spesa e sbrigo alcune piccole faccende. La libertà che si prova è uguale a quella che si prova la prima volta che si guida un’auto o una moto. All’improvviso si hanno di nuovo tante possibilità.

Michel da Wetzikon, Svizzera

Alexander Tschäppät (defunto), Consiglio nazionale della Svizzera

Dapprima è necessario abituarsi per qualche tempo alle scarpe kybun, ma successivamente si rivelano le calzature per sorridere alla vita.

Alexander Tschäppät (defunto), Consiglio nazionale della Svizzera

Heidi Frei da Svizzera

Per esempio, mia madre e mio fratello mi hanno detto che ero molto più agile nel camminare. Me ne rendo conto io stessa, anche se non in senso assoluto, ma i riscontri ci sono perché sono più agile nel camminare. Sono molto più in forma durante il giorno perché i dolori non sono gli stessi e la mia energia non ne risente come prima.

Heidi Frei da Svizzera

Fuori campo del parlante proveniente dal Montana, USA

Due settimane fa, mia moglie ha acquistato un paio di kybun (Bern) e ora le adora! Qualche tempo fa soffriva di forti dolori ai piedi dovuti all’impianto di una protesi per l’articolazione del ginocchio, ma ora dice che la situazione è migliorata notevolmente. Adesso anche i suoi collaboratori desiderano acquistarne un paio!

Fuori campo del parlante proveniente dal Montana, USA

Philipp Scheuble, sindaco del Comune di Rüthi

Il dolore è scomparso veramente. Quando indosso la scarpa per tutto il giorno in ufficio, il dolore sparisce. Per me è stata una vera rivelazione. Non me lo sarei mai aspettato. Ormai il dolore era sempre presente. Lo accusavo soprattutto la sera, prima di andare a letto. Da quando indosso questa scarpa, il dolore è invece scomparso veramente. Non ho dovuto cambiare il mio stile di vita o fare più movimento/sport. Non ho dovuto fare nulla di diverso. È bastato semplicemente indossare queste scarpe.

Philipp Scheuble, sindaco del Comune di Rüthi

Kathrin Müller-Hänny da Lenzburg, Svizera

La scoperta delle scarpe kybun mi ha cambiato la vita. Sin dalla nascita, convivo con un piede valgo/piatto. Era chiaro che non fosse possibile trovare delle scarpe adatte a me, pertanto i miei genitori mi fecero fare delle scarpe su misura abbastanza costose. Non ne ho un buon ricordo. Durante gli anni di scuola elementare, mia madre mi portava due volte all'anno in un negozio specializzato di Zurigo. Ricordo le ore da incubo trascorse in quel negozio troppo caldo, rivedo la commessa paziente venire verso di me con diverse paia di scarpe disposte lungo tutte le braccia; con scarso successo. Le escursioni in famiglia, le gite scolastiche e le vacanze in zone sciistiche si rivelavano per lo più una tortura. Nel maggio 2014 ho scoperto le scarpe kybun, l’esperienza dell’anno! Da allora riesco a camminare per ore senza provare dolore. Cammino su superfici dure, ad esempio quando vado a fare spese in città: non mi stanco più e non ho nessun male ai piedi! In passato, quasi ogni passo mi provocava dolore al fianco, ormai non più sano; oggi i miei fianchi e la mia schiena sono in buona salute. In casa, sono felice di camminare con i sandali kybun sui pavimenti in piastrelle di ceramica. Accompagnare i miei nipoti per ore dentro il Technorama o allo zoo, fare la fila o stare ai fornelli per molto tempo: lo faccio consapevolmente e ne sono contenta! È un piacere camminare in modo consapevole e corretto.

Kathrin Müller-Hänny da Lenzburg, Svizera

Irene Millard-Faude vive in Australia

Si avverte naturalmente meno la stanchezza e soprattutto non si accusano dolori quando si è un po’ avanti con l’età. Le ginocchia sono sempre state il mio problema, artroscopia al sinistro e al destro già due volte. Non intendo peggiorare ancora. Con queste scarpe si può davvero tornare a camminare e ritrovare davvero la gioia di vivere. Si avverte un rinforzo dei muscoli. I muscoli contribuiscono a garantire la stabilità del ginocchio. È semplicemente geniale.

Irene Millard-Faude vive in Australia

Ruth Bloch vive in Australia

Chi si lamenta di quanto costa un paio di kybun dovrebbe subito scordarsene. Ogni scarpa viene prodotta singolarmente e a mano. L’ho visto con i miei occhi. La produzione è così lunga e così complessa. È una meraviglia da calzare ciò che viene prodotto. Non stupisce dunque che sia costosa, ma vale ogni dollaro, devo dire.

Ruth Bloch vive in Australia

Tatjana Stiffler atleta di sci di fondo svizzera

Desidero cogliere questa opportunità per ringraziarvi con tutto il cuore per il grande supporto. Le scarpe kybun mi hanno aiutato tantissimo a tornare in pista e vi sono estremamente grata per questo supporto. 

Tatjana Stiffler atleta di sci di fondo svizzera

Samuel Gerber dalla Svizzera

Non mi aspettavo così tanto. Ho pensato che, col tempo o in qualsiasi altra forma, avrei potuto ottenere qualche miglioramento, ma non mi aspettavo un progresso del genere.

Samuel Gerber dalla Svizzera

Stephanie Bruhin, responsabile di negozio Winterthur, Svizzera

All’inizio è stato un po’ difficile abituarsi. Avevo anche indolenzimenti alla tibia, non so se sia possibile. Ogni tanto dovevo alternarle con le scarpe tradizionali ma ora va molto bene. Non vorrei separarmene mai più.

Stephanie Bruhin, responsabile di negozio Winterthur, Svizzera

Johann Brülisauer dalla Svizzera

Queste scarpe mi hanno dato sicuramente più gioia di vivere. Credo che si viva davvero molto meglio.

Johann Brülisauer dalla Svizzera

Irene Millard-Faude vive in Australia

Basta semplicemente averle ai piedi per godere di questa sensazione. Sono morbidissime, è impossibile che causino dolori a piedi, ginocchia o anche alla schiena. Sono semplicemente le migliori che abbia mai provato e questa invenzione è veramente geniale.

Irene Millard-Faude vive in Australia

Heidi Frei da Svizzera

La sento in tutto il corpo. La spasticità alla spalla e al braccio si è drasticamente ridotta. Qualche dolore c’è sempre, è ovvio. La spasticità dal braccio ha coinvolto anche il petto. Ho provato dolore e tensione fisica e finalmente oggi non è più così. Non ne soffro più. Sono molto più rilassata, la mia schiena è più flessibile e riesco anche a sollevare il braccio. Questo risultato è stato la conseguenza del rilassamento della muscolatura che è avvenuto grazie alla scarpa kybun. La scarpa mi ha dato questi benefici.

Heidi Frei da Svizzera

Philipp Scheuble, sindaco del Comune di Rüthi

All’inizio si resta di stucco a causa del prezzo; tuttavia, bisogna rapportarlo anche alla successiva scomparsa dei dolori. In fin dei conti, una visita specialistica costa quasi lo stesso.

Philipp Scheuble, sindaco del Comune di Rüthi

Michel da Wetzikon, Svizzera

Questa scarpa non cura la mia malattia, tuttavia ha ridotto il dolore al 25-50%. Questo significa che posso uscire di nuovo di casa, posso andare alle terme e nuotare.

Michel da Wetzikon, Svizzera

Maria Klein dalla Germania

Indosso le kyBoot da un paio di settimane e ne sono davvero entusiasta: sono diventate le scarpe da indossare a casa e all’aperto. Dopo sette anni dalla mia amputazione, ho finalmente scoperto una scarpa in grado di restituirmi quasi totalmente la qualità di vita che avevo prima. Sono leggere, una volta indossate quasi non si sentono ed è come camminare a piedi nudi. La schiena è più rilassata e non mi fa più male, la presa è davvero sicura grazie alla suola antiscivolo. Sì, il prezzo non è proprio invitante, ma si tratta di una calzatura che fa bene a chi la indossa. Per questo si può spendere qualcosa in più senza problemi.

Maria Klein dalla Germania

Katharina Mayer-Steinhäusl from Vienna, Austria

I miei 30 anni di attività nel settore commerciale, in scarpe eleganti, ma purtroppo eccessivamente scomode, hanno lasciato il segno sulle gambe. Oltre al neuroma di Morton, problemi di alluce valgo, dolori alle ginocchia e alla spina dorsale, l’estate scorsa, a seguito di un incidente, si è aggiunta anche una frattura del femore. Camminare o stare in piedi, senza provare dolore, era quasi impossibile, anche se utilizzavo scarpe basse e plantari. Grazie a Dio, un’amica mi ha consigliato le kyBoot, che lei utilizzava già da tempo, conoscendone dunque bene i vantaggi. L’acquisto è valso la pena, in ogni caso, anche per me. La suola, imbottita e con cuscino d’aria, è comoda e rende la camminata un vero e proprio piacere, poiché sembra di passeggiare sul cotone. Inoltre, trovo le scarpe particolarmente eleganti. In tal senso, ho ricevuto complimenti da molte persone. La scelta è stata veramente ardua, data la vasta gamma di modelli a disposizione e credo proprio che questo non sarà né il primo, né l’ultimo paio! 

Katharina Mayer-Steinhäusl from Vienna, Austria

Carlo Bachmann da Svizzera

Quando vado a fare la spesa, ad esempio, su queste superfici dure i piedi si stancano facilmente e non riesco a controllare bene questo piede. Con queste scarpe riesco a camminare senza che mi faccia male tutto il tempo.

Carlo Bachmann da Svizzera

Wilfried Franz da Berlino, Germania

Da due anni uso sempre le kyBoot per due motivi: in primo luogo, perché non ho più dolori alle ginocchia, e poi perché camminare in queste scarpe dotate di cuscino d’aria è per me un modo di vivere del tutto nuovo.

Wilfried Franz da Berlino, Germania

Margret e Uwe prezzo, Neuwied, Germania

kyBoot - altrimenti si ottiene nulla in piedi!

Margret e Uwe prezzo, Neuwied, Germania

Rosalba Jäggi dalla Svizzera

Percepisco che il mio piede, anche se non funziona più come prima, desidera comunque avvertire la conformazione del terreno su cui poggia. Con una suola rigida, quest’informazione non viene trasmessa e questa è la ragione per cui a volte sono caduta. Con questa scarpa invece percepisco il terreno sotto ai miei piedi. Il piede funziona anche se in teoria non è più in grado di farlo. Desidera bilanciare il peso e riescea farlo grazie all’ausilio della suola: è una sensazione fantastica. Per me questo significa iniziare una nuova vita! Mi ridà speranza e fiducia in me stessa perché vedo che riesco a muovermi un po’.

Rosalba Jäggi dalla Svizzera

Johann Brülisauer dalla Svizzera

La camminata è molto dolce, il dolore alle ginocchia è diminuito, non percepisco più alcun colpo ed è certo che mi terrò ben strette queste scarpe.

Johann Brülisauer dalla Svizzera

Johann Brülisauer dalla Svizzera

Grazie a queste scarpe riesco nuovamente a saltare. Anche scendere le scale di corsa, per così dire, e non più a piccoli passi.

Johann Brülisauer dalla Svizzera

Galina Babarika, Repubblica Ceca

Ho la scoliosi dall'infanzia, probabilmente dovuta al fatto che ho una gamba più corta di 1 cm, vivo ancora con il dolore (alla schiena, sotto la scapola destra, poi ho cominciato ad avere dolore all'anca). Non sapevo nulla del marchio di scarpe svizzere kybun. Casualmente ho conosciuto un uomo che lavora con l'azienda kybun. Ho studiato la tecnologia e ho cominciato a indossare le scarpe kyBoot fiduciosa. Dopo un anno e due mesi da quando ho le scarpe kyBoot, ho la certezza al 100% che funzionano dal punto di vista della biomeccanoterapia. Nessun dolore sotto la scapola! Non ho dolori all'anca e ho maggior stabilità alle gambe. Ringrazio Dio che si è preso cura delle mia salute e mi ha regalato nuovi amici.

Galina Babarika, Repubblica Ceca

Signor Karst da Andernach, Germania

Non stavo bene, le mie scarpe non mi avevano consentito di fare molto. Non potevo camminare molto con le scarpe e avevo un sacco di dolori, alla schiena, alle cosce e all’anca. Poi ho visto le kyBoot davanti al negozio, sono entrato e mi sono informato su che tipo di scarpe vendevano effettivamente. Poi ho ricevuto subito un paio di scarpe di prova e ho provato una sensazione di meraviglia. Una cosa che non conoscevo affatto. Mi dovevo quasi reggere al bancone, altrimenti sarei caduto, dato che in un primo momento erano troppo traballanti. Ma mi sono reso conto in fretta che per il mio corpo erano perfette e che mi avrebbero aiutato a superare i miei dolori. E che in futuro mi sarei sentito molto, molto meglio. In cambio di una firma ho ricevuto una paio di scarpe di prova. Ho avuto la possibilità di indossare le scarpe almeno per una settimana buona, scarsa per rendermi conto di come stavo fisicamente indossandole. Martedì pomeriggio ho ricevuto le scarpe e questa mattina, venerdì, ho indossato di nuovo per la prima volta queste scarpe e da allora non ho più dolori. Non ho più dolori all’anca e alla schiena. Non ho più dolori, se ne sono andati. In realtà quest'anno dovevo farmi operare all’anca, ma da come sembra adesso, non ho più bisogno di questa operazione. Non posso che consigliare queste scarpe a chi ha problemi con l’architettuta scheletrica e con la struttura. Se si hanno un po' di soldi in più, si dovrebbe metterli da parte se non si riesce a pagarle in una volta. In questo modo prima o poi, mettendo ripetutamente i soldi da parte, ci si può permettere l'acquisto delle scarpe. Saranno assolutamente utili alla salute di tutti, di più non posso consigliare. Io le ho provate e oggi ho comprato due paia di scarpe. Anche io ho risparmiato per questo e ho risparmiato anche di più. Io acquisto cose che penso siano utili per me e per mia moglie e oggi proprio queste due paia di scarpe calzano a pennello.

Signor Karst da Andernach, Germania

Signora Eisbach dall'Andernach, Germania

Sì, sono davvero entusiasta di queste scarpe. Avevo uno sperone calcaneo, non ricordo più tutti i luoghi in cui mi sono recata per cercare un rimedio. Ho scelto un trattamento privato, che francamente mi è costato un occhio della testa. Ho approfittato di tutto ciò che offriva la mutua. Devo dire sinceramente che sono andata in giro per un altro anno e mezzo con un bruttissimo sperone calcaneo e non sapevo più a chi rivolgermi. A me e a mio marito piace moltissimo fare delle escursioni e camminare. Non potevo più accompagnarlo, doveva andare da solo, il che mi ha reso molto ma molto triste. Ho sempre pensato che dovesse esistere un rimedio. Poi ho scoperto questo negozio. Ho pensato che valesse la pena dare un’occhiata e poi ho anche acquistato le scarpe. Inizialmente ho avuto qualche problemino con queste scarpe, perché un piede era infiammato. Bisognava eliminare l’infiammazione, ci sono voluti forse quattro giorni, dopodiché non ho più sentito alcun dolore. Possiedo queste scarpe già da tre mesi e sono le uniche che uso. Ne sono talmente entusiasta, che non posso che consigliarle. Per me non esiste nulla di meglio di queste scarpe.

Signora Eisbach dall'Andernach, Germania

Karen Maidra, residente a Canada

Queste scarpe sono uniche! Il mio lavoro mi obbliga a stare in piedi tutto il giorno. Due anni fa cadendo mi sono fratturata l'arco metatarsale. All'inizio il dolore era insostenibile, ma grazie alle ortesi sono potuta tornare a lavoro e da allora non ho più potuto farne a meno. Adesso il dolore è tornato e l'ortesi mi sta dando fastidio… il mio fisioterapista crede che i muscoli del piede si siano indeboliti (probabilmente proprio a causa dell'ortesi) e infatti, quando provo a fare esercizi con il piede, il sollievo è molto evidente. Nel frattempo ho avuto bisogno di scarpe dalla suola morbida in grado di farmi stare in equilibrio sul piede. Le kyBoots non sono solo le scarpe più morbide che io abbia mai indossato, ma mi aiutano anche a rinforzare il piede! Non potrei chiedere di meglio. Svolgo il mio attuale lavoro da 32 anni e, anche se potrei richiedere il prepensionamento qualche anno prima, non credo che sarei capace di fare una cosa del genere. Avevo seriamente iniziato a cercare un nuovo lavoro, pronta a rinunciare al rango, raggiunto con tanti anni di servizio, e ai benefit di cui sto attualmente godendo (compreso il pensionamento anticipato!). Ma ora non ce n'è più bisogno. Sono così contenta di aver trovato queste scarpe... sono favolose! Non ho mai indossato niente di simile! E devo proprio ammetterlo... dopo aver indossato queste scarpe nelle ultime due settimane a lavoro... i piedi sono stati molto meglio durante i cinque giorni lavorativi che nei due di riposo, quando non le ho indossate!
Non vedo l'ora di potermi permettere l'acquisto di un altro paio, così da poterle usare anche a casa. Non posso più vivere senza!

Karen Maidra, residente a Canada

Agathe Willi, collaboratrice presso caffetteria e servizio, Svizzera

Indosso le kyBoot ormai già da sei anni. Mi hanno salvato. Avevo forti bruciori alla parte anteriore della pianta del piede. Prima dovevamo camminare a lungo su superfici in pietra. Contro il dolore non funzionava nulla. Ho anche comperato dei plantari per 400 franchi, e neppure quelli sono stati risolutivi. Questa scarpa invece mi ha salvato.

Agathe Willi, collaboratrice presso caffetteria e servizio, Svizzera

Beat Müller, produttore musicale, Svizzera

Quando si riesce a fare del moto è naturale guadagnare in benessere e qualità della vita. E quando una persona sta bene in automatico migliora anche l’umore.

Beat Müller, produttore musicale, Svizzera

Meir Raz, paesaggista, Mevaseret Zion, Israele

Ho problemi alle articolazioni tibio-tarsali; i medici mi hanno consigliato un intervento o iniezioni di steroidi. Credo che mi affiderò a queste scarpe. Mi risparmiano entrambe le terapie. Il miglioramento lo percepisco ogni giorno; posso andare al lavoro sapendo che riuscirò anche a tornare a casa in forma. Posso organizzarmi la giornata e la serata perché queste scarpe fanno „magie“. Sono responsabile di altri acquisti di scarpe, circa 15 paia. E’ questo, credo, il numero di persone che le hanno acquistate su mio consiglio.

Meir Raz, paesaggista, Mevaseret Zion, Israele

Gopal RajGuru, Nyon, Svizzera

Lavorando come sales trainer sto in piedi per ben 8-10 ore al giorno. Alcuni anni fa questo mi ha creato un vero problema: un terribile dolore ai piedi. Tutto è iniziato con un’incredibile fitta lancinante quando mi alzavo dal letto al mattino che aumentava sempre più durante il giorno al punto tale che all’ora di pranzo riuscivo a malapena a concentrarmi sul lavoro.  Il medico mi disse che si trattava di un comune disturbo delle persone che stanno molto in piedi o camminano parecchio e che viene chiamato fascite plantare. Per anni ho tentato di tutto: scarpe più morbide, plantari per ridurre l’urto ai calcagni, ho provato a stare seduto durante le presentazioni, ho fatto ricorso addirittura all’agopuntura, ma senza alcun risultato. Ho speso un patrimonio in cosiddette “terapie” senza ottenere alcun sollievo. Poi un giorno camminando (dolorosamente) per le strade di Oakville in Canada mi sono imbattuto in un piccolo cartello che pubblicizzava delle “nuove calzature svizzere che promettevano una camminata straordinariamente confortevole”. All’interno della farmacia una signora molto gentile mi ha illustrato le kyBoot. Wow, con le kyBoot il dolore ai calcagni era diminuito già dopo un paio d’ore. Al mio rientro in Svizzera ne ho acquistato immediatamente un paio e ho iniziato a portarle durante la mia giornata lavorativa. Dopo 2 settimane ho notato qualcosa di straordinario… non avvertivo più i miei piedi durante il giorno. Erano semplicemente lì: comodi e felici! Nessun dolore, neppure la sera quando mi toglievo le scarpe. Nessun dolore al mattino quando scendevo dal letto. Non potevo assolutamente a crederci. Il dolore ai piedi era semplicemente svanito: le kyBoot hanno cambiato la mia vita. Il dolore non è più al centro di ogni mi risveglio (o camminata) e riesco a stare comodamente in piedi tutto il giorno durante i miei workshop. Sono grato di questa invenzione straordinaria. Sono delle scarpe formidabili e mi hanno davvero cambiato la vita!

Gopal RajGuru, Nyon, Svizzera

Josias Noll, comunità prestatrice di servizi, Uster, Svizzera

Porto queste scarpe ogni giorno, hanno una durata incredibile ed è quasi un miracolo che non si sciupino, queste kyBoot. Sono comode, l’esatto contrario delle scarpe dure. La sera i piedi non sono stanchi, ma mi sento riposato e ancora in grado di fare jogging. Un prodotto semplicemente fantastico!  Guarda il video

Josias Noll, comunità prestatrice di servizi, Uster, Svizzera

Dr.med. Rolf Hohmeister, Consulente Medicina Fisica e Riabilitazione, Bad Ragaz, Svizzera

Per noi medici, l'arrivo di una calzatura così è stato l'avverarsi di un sogno, di un desiderio che sembrava quasi irrealizzabile. Finalmente una buona scarpa, che crea una situazione di benessere per dei piedi sani, sollevati dallo stress procurato da impatti e shock. Ed è una sensazione che passa per i muscoli, i tendini e le articolazioni arrivando alla spina dorsale e quindi fino alla testa. La mia prima reazione spontanea è stata: che bello, anche a 70 anni è possibile imparare ancora qualcosa di nuovo. È come fluttuare, librarsi in aria, sembradi indossare gli stivali delle sette leghe, ci si può fermare, ci si sente bene anche stando in piedi, a fermi, si è tranquilli e si ha una coordinazione e un equilibrio che arriva fino al cervello moltiplicando il benessere. .
 Guarda il video

Dr.med. Rolf Hohmeister, Consulente Medicina Fisica e Riabilitazione, Bad Ragaz, Svizzera

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera

Le kyBoot creano dipendenza. Con queste scarpe anche il più convinto pantofolaio diventerà un appassionato camminatore. Un vero e proprio piacere: un mix tra sensazione di ovatta e dondolio pur garantendo un appoggio stabile. Le calzo ogni giorno da un mese e non intendo più farne a meno. Prima conoscevo l’espressione «il cane è il migliore amico dell’uomo», ora conosco anche la massima «la scarpa è la migliore amica dell’uomo». Con la coscienza tranquilla affido loro la mediazione tra il mio piede e la terra.

Gilles Tschudi, attore, Zurigo, Svizzera

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera

Non bado a spese. Conta innanzitutto sentirsi a proprio agio, questo vale più di qualsiasi spesa.

Hansruedi Poschung da Thun, Svizzera

Priska Hirt, sta seguendo un corso di formazione in fisioterapia per cavalli, Svizzera

Sto frequentando un corso di formazione in fisioterapia equina. E le kyBoot mi hanno ridato la speranza, ho capito che avrei potuto portare a termine questi studi. Prima non potevo stare in piedi per più di un’ora. Da quando porto le kyBoot riesco a camminare e stare in piedi per più di 12 ore senza avere le gambe stanche, senza avere dolori, senza la paura di non poter poi prendere sonno la notte. Sto realizzando il mio sogno professionale e se lo posso fare è grazie alle kyBoot. Ecco perché ora sono felice e consiglio le kyBoot a t

Priska Hirt, sta seguendo un corso di formazione in fisioterapia per cavalli, Svizzera

Heidi Stäger, Proprietario Cleaning Company, Gais, Svizzera

Porto queste scarpe da un anno e non ho più problemi - nessun colpo della strega, niente. Tutti i dolori sono come svaniti.

Heidi Stäger, Proprietario Cleaning Company, Gais, Svizzera

Marco Hanselmann, residente a Appenzello, Svizzera

Le kyBoot le consiglierei a tutti. In particolare a chi soffre di dolori alla schiena o alle ginocchia. La qualità della vita migliora. Ora come ora non ho trovato una scarpa all’altezza delle kyBoot.

Marco Hanselmann, residente a Appenzello, Svizzera