«Il panettiere può fare i migliori panini, ma Müller fa le migliori scarpe»

Per molti panettieri, disturbi come mal di piedi, tensioni e mal di schiena fanno parte della vita quotidiana.

Le cause principali sono le lunghe giornate di lavoro in piedi, il sollevamento e il trasporto di pesi e il carico spesso unilaterale sul corpo.

Per panettieri e pasticcieri le scarpe kybun rappresentano scarpe comode e salutari. La particolarità delle scarpe kybun è la suola con cuscino d'aria. Questa garantisce un’ottima ammortizzazione e scarica sensibilmente il corpo.

«Essere sicuri di stare in piedi senza dolore. Le scarpe kybun sono più di una zona benessere per i piedi», afferma convinto Daniel Jakob, dirigente del servizio specializzato MSSL dell'Associazione svizzera dei mastri panettieri-pasticcieri.


Fondamentalmente, le scarpe kybun rispondono alle esigenze del settore alimentare. La suola resistente all'abrasione ed estremamente antiscivolo fornisce un appoggio sicuro e protegge dagli infortuni sul lavoro. Il sistema climatico del piede garantisce una regolazione ottimale dell'umidità e della temperatura.


Sempre più panettieri indossano le scarpe kybun. Chantal Studer, apprendista presso Igu Beck a Recherswill, è entusiasta della comodità. «Le scarpe kybun sono super piacevoli da calzare e ho un ottimo appoggio persino sulle superfici scivolose. Per me le kybun sono le scarpe migliori per lavorare.» Nella panetteria Füger tutti i 20 collaboratori lavorano con le scarpe del benessere. «Il panettiere può fare i migliori panini, ma Müller fa le migliori scarpe», scherza Beda Füger. Consiglia le scarpe kybun per evirate problemi alla schiena e dolori ai reni dovuti allo stare in piedi a lungo. «Dopo una giornata di 12 ore nelle scarpe kybun non ho le gambe stanche e i piedi gonfi», afferma contento il mastro panettiere.


Opinioni/Cosa dicono i clienti

Werner Keusen vende specialità italiane, Svizzera

Werner Keusen vende specialità italiane, Svizzera

Non so come si possano cambiare queste scarpe. Se me le tolgono sono spacciato. È così importante. Ogni volta che le indosso e ci cammino sono felice. Funzionano quasi da sole. Non devo faticare per camminare. Non devo pensare di camminare cinque, sei chilometri. Posso camminare davvero liberamente. Alleggeriscono tutto il corpo, e quindi si può godere della vita. È un sostegno per vivere. Si comincia ad apprezzarlo quando si invecchia.

Werner Keusen vende specialità italiane, Svizzera

Werner Keusen vende specialità italiane, Svizzera

Dopo quattro, cinque ore notavo l’insorgere di stanchezza e e fatica, ma bisognava resistere ancora per quasi 10 ore. Fino a sera era un’enorme sofferenza. Ma effettivamente si trattava solo dei piedi.

Jürg Sieber, consulente presso Nahrin,  Widnau, Svizzera

Jürg Sieber, consulente presso Nahrin, Widnau, Svizzera

C’è chi dice che la sensazione di essere instabili è così forte da far fatica a fare le scale. Ma io non ho avuto proprio nessun problema. È come avere degli occhiali con le doppie lenti: bisogna prima farci l’abitudine. La distanza è diversa, e c’è bisogno di tempo perché l’occhio si adatti. È così con tutte le cose. Ci vuole solo un po’ di adattamento, tutto lì. Ora sento subito la differenza, ogni volta che non porto ai piedi le kyBoot mi sembra di camminare su un’asse di legno. È quello il problema. Quando mi capita di mettere altre scarpe molto spesso mi sembra di poggiare il piede su una superficie molto dura altre volte di camminare a piedi scalzi sull’asfalto. È questa la differenza. Quindi sono molto entusiasta. Queste scarpe sono molto buone.