Bruciore ai piedi

In caso di sovraccarico, i piedi manifestano dolori durante la camminata o lo stare in piedi. Il bruciore ai piedi è comune soprattutto nelle donne. Data la complessa interazione tra ossa, muscoli, nervi e tendini, spesso risulta difficile individuarne una causa univoca.
Con le kyBoot o sul kyBounder il piede può tornare a muoversi in modo naturale, cosa che ne allevia il bruciore/dolore. Muscoli e tendini vengono distesi e rinforzati dolcemente, mentre le articolazioni vengono mobilizzate.

Definizione

Il bruciore ai piedi non è di per sé una malattia, bensì il segnale di una malattia, ossia un sintomo. La causa può essere banale, come pure la manifestazione di una malattia grave.
A causa della sua struttura, il piede è sottoposto a numerose malattie, dalle quali possono scaturire dolori in questa area. Qualsiasi deformazione o disfunzione anche solo in una delle aree del piede può originare, a seconda del caso, una sintomatologia dolorosa nonché provocare disturbi in altre aree del corpo (dolori alle ginocchia, alle anche o alla schiena).

Cause

Le cause del bruciore ai piedi sono molteplici. Tra le cause di tipo non patologico è opportuno distinguere il bruciore ai piedi generato durante l'utilizzo di scarpe comuni (a) e quello delle kyBoot (b).

a) Le cause tipiche del bruciore nelle scarpe comuni sono:

  • Scarsa areazione
  • Misura di scarpe troppo piccola oppure scarpe troppo strette
  • Conseguente minore libertà di movimento del piede

b) Nelle kyBoot le cause più frequenti sono di norma le seguenti:

  • Eccessiva attività della muscolatura del piede con le kyBoot. La sensazione è destinata a migliorare nel giro di qualche settimana, quando la muscolatura si sarà abituata al maggiore sforzo (movimento) all'interno delle kyBoot e la mobilità del piede sarà maggiore.
  • Calze troppo spesse. Dal momento che il piede nelle kyBoot è molto più attivo rispetto alle scarpe "normali", non c'è bisogno di indossare calze spesse. L'ideale sono calze in cotone sottili, come le calze kybun.
  • Lacci delle kyBoot troppo stretti. Questo compromette il ricircolo dell'aria e accentua il surriscaldamento dei piedi.
  • Stare fermi in piedi a lungo nella stessa posizione. Le kyBoot devono essere utilizzate quanto più possibile in movimento per favorire il rapido ricircolo dell'aria al loro interno. Quando è necessario stare fermi in piedi, si consiglia di muoversi sul posto (vedere Micro intervallo sul posto: http://www.kybun.ch/ratgeber/kybun-uebungen/kyboot.html.
  • kyBoot consumate: in caso di utilizzo intenso, potrebbe essere necessaria la sostituzione delle kyBoot. L'effetto positivo sul corpo tende a diminuire con l'aumentare della durata e dell'intensità di utilizzo delle kyBoot. L'arrivo di questo momento varia da persona a persona e dipende da diversi fattori quali, per esempio, la frequenza di utilizzo delle scarpe, l'andatura del/della paziente e dal peso.

Si consiglia di provare un nuovo paio di kyBoot presso un rivenditore kyBoot, in modo da valutare la differenza e capire se è il caso di sostituire le vecchie calzature.

Bruciore improvviso al piede con le kyBoot, a seguito di mesi di utilizzo senza disturbi:
la causa è in genere da ricercarsi in una modifica inconsapevole delle condizioni standard di utilizzo, per esempio:

  • sono state utilizzate calze diverse rispetto a quelle usate fino a quel momento (il diverso materiale modifica il ricircolo d'aria nelle kyBoot)?
  • È cambiata la stagione?
  • Il piede nelle kyBoot viene caricato unilateralmente (per esempio, eccessiva pressione sul lato esterno)?
  • Si contraggono involontariamente le dita/la muscolatura del piede è in tensione nelle kyBoot?
  • Lungo periodo di inutilizzo/ pausa dalle kyBoot più lunga del previsto?
  • Viene tenuta inconsapevolmente una posizione antalgica stando in piedi sulle kyBoot?
  • Si sta fermi in piedi troppo a lungo nella stessa posizione, anziché muovere i piedi continuamente / camminare con le kyBoot?
  • Sono insorte nuove disfunzioni vascolari / problemi alle vene?
  • Sono insorti nel frattempo nuovi problemi di salute?
  • Il materiale della suola delle kyBoot è affaticato?

c) Il bruciore ai piedi può anche presentare cause mediche o patologiche:

  • una causa tipica è da ricercare nell'accorciamento del tendine plantare e/o nella spina calcaneare (per maggiori informazioni, consultare le indicazioni sulla spina calcaneare).
  • Sovrappeso
  • Malattie come reumatismi, gotta, diabete, neuroma di Morton...
  • Insufficienza venosa / vene varicose

d) spesso, clienti che hanno sempre sofferto di piedi caldi o persino di iperidrosi lamentano un surriscaldamento dei piedi nelle kyBoot.

 

Questi clienti percepiscono in modo fastidioso il riscaldamento connesso all'attivazione della muscolatura nelle kyBoot.

Conseguenze a lungo termine

Scarpe piccole e strette possono causare un disallineamento nel piedi nonché la formazione di una spina calcaneare.

Terapia convenzionale

In presenza di spina calcaneare: utilizzo di una talloniera sotto al tallone

Principio di efficacia di kybun – Agire in modo proattivo

Nelle kyBoot o sul kyBounder, il piede è a stretto contatto con il materiale morbido ed elastico. In questo modo il tendine plantare (l'aponeurosi sulla pianta del piede tesa lungo tutto l'arco longitudinale) viene allungato. Questo continuo allungamento può provocare bruciore, ovvero la stessa sensazione che si prova eseguendo intensi allungamenti muscolari. È fondamentale continuare a distendere il tendine con le kyBoot o il kyBounder, al fine di prevenire l'insorgenza di problemi futuri quali, per esempio, la spina calcaneare (tipica conseguenza del tendine plantare accorciato). Accorciando a sufficienza l'aponeurosi accorciato (fattore scatenante del disturbo), il bruciore tende a scomparire del tutto nel giro di poche settimane.
Aumentare la durata di utilizzo delle kyBoot/del kyBounder gradualmente, affinché il piede possa abituarsi alla maggiore attività.
Se il bruciore al piede diventa fastidioso, si raccomanda di eseguire degli esercizi kybun (http://www.kybun.ch/ratgeber/kybun-uebungen.html) o di prendersi una breve pausa dalle kyBoot, fintanto che il bruciore non sarà scomparso.

Reazioni iniziali

Specifiche reazioni iniziali in presenza di bruciori al piede:

in caso di bruciore ai piedi non ci è nota alcuna reazione iniziale né alcun incremento del dolore nell'area del piede. Tuttavia potrebbe manifestarsi un'iniziale reazione generale quale risposta da parte del corpo al cambiamento di postura.

 

Per informazioni sulle tipiche reazioni iniziali per gli utenti che utilizzano per la prima volta il kyBounder e le kyBoot cliccare su questo link: Reazioni iniziali

Esercizi kybun

Per informazioni sugli esercizi speciali delle kyBoot e gli esercizi basilari da eseguire sul kyBounder cliccare qui: Esercizi kybun

In caso di bruciore ai piedi è fondamentale applicare all'esecuzione standard dell'Intervall Walking le seguenti modifiche :

  1. Prima di iniziare, indossare calze antiscivolo.
  2. Se, durante l'Intervall Walking, i piedi iniziano a bruciare, eseguire l'esercizio lento un po' più rapidamente, al fine di ridurre parzialmente la tensione nella muscolatura del piede.

Consigli per l'uso

Si raccomanda l'utilizzo di una leggera calza di cotone nelle kyBoot (per esempio, le calze kybun) affinché le scarpe non risultino troppo strinte. Accertarsi di allacciare le scarpe sempre dal basso verso l'alto, affinché non vengano compressi i sottili vasi sanguigni del collo del piede e in modo da non causare decubito.
Durante la camminata è indispensabile muovere tutto il piede, dando lo slancio con l'alluce e allungando così l'aponeurosi della pianta del piede che tornerà a rilassarsi nella fase di appoggio.
Nel caso in cui si manifestino crampi alla pianta del piede, si raccomanda di sostare facendo rilassare il piede all'aria (roteandolo, muovendo le dita, muovendo il piede in tutte le direzioni; eseguendo i movimenti che fanno stare meglio).

Notizie / Studi

--in fase di elaborazione--

In caso di domande, rivolgersi per e-mail all'indirizzo beratung@kybun.ch

Opinioni/Cosa dicono i clienti

La mia esperienza con le scarpe kybun è oltremodo positiva. Dopo la mia amputazione, ho incontrato quasi subito Jürgen Zeller presso il mio tecnico ortopedico, ricevendo da lui le mie prime scarpe kybun. Poiché accusavo dolore anche alla gamba destra a causa dell’infortunio, il mio entusiasmo per le scarpe kybun è stato massimo fin dall’inizio. Ho provato tutti i modelli di scarpe sportive, anche costose, ma nessuno di questi si avvicina benché minimamente alle scarpe kybun! Le scarpe kybu nammortizzano l’impatto del tallone sul terreno, donano sicurezza e mi permettono di camminare a lungo, senza avvertire dolori alla gamba o bruciore alla pianta del piede. Con le scarpe kybun ho dimenticato la paura di cadere quando il pavimento è scivoloso o umido. Con tutte le altre scarpe, dopo breve tempo, accusavo dolori localizzati e bruciore alla pianta del piede. Inoltre, anche provando altre scarpe, non ho mai percepito una tale sensazione di sicurezza nella camminata. Ritengo che le scarpe kybun siano estremamente stabili, mi supportano in ogni situazione e sono sicure. All’inizio magari non si è abituati al fatto che risulta necessaria una leggera compensazione. Tuttavia ho notato in fretta che queste scarpe mi sono d’aiuto durante la camminata. Credo che le scarpe kybun siano le scarpe ideali, in particolare per coloro che hanno iniziato da poco a camminare con una protesi. Le scarpe kybun infatti supportano la camminata in modo straordinario.
Mi sembra che ci si stanchi molto meno. Non è così pesante arrivare a sera e i piedi non mi fanno più male. Praticamente non sento più quella fastidiosa pesantezza.
Camminare provando dolore faceva ormai parte della mia vita quotidiana. Soffrivo di forti dolori lombari e i calcagni erano indolenziti. Dopo lunghe ore trascorse in piedi, avevo costantemente la sensazione che i piedi fossero estremamente caldi. Fino a quando non ho letto una piccola pubblicità di kyBoot. Tre semplici parole: “Walk-on-air” (“Cammina sull’aria”). Da quel momento in poi tutto è cambiato. Quella stessa notte, ho trovato su Internet tutte le informazioni necessarie su KyBun e, ancora prima di rendermene conto, stavo già ordinando il primo paio di scarpe KyBoot. Non lo nascondo: amo camminare su un cuscino d’aria. Quando ho calzato le scarpe kyboot, ho avuto sin dai primi istanti la sensazione di imparare ancora una volta a camminare. E questa volta senza dolori. Era divertentissimo quando le mie caviglie, durante i primi passi, dovevano adattarsi alla morbidezza della suola. Quando mi sono abituato, ho notato subito che i dolori lombari erano diminuiti. Mi è venuto in mente che molta della pressione che la mia schiena inizialmente doveva sopportare, adesso era rimossa e che il mio corpo era più rilassato mentre camminavo normalmente. Il calore delle suole sembrava svilupparsi molto più lentamente e, in generale, il camminare è diventato un’esperienza indolore. Grazie kybun per avermi regalato la possibilità di camminare in modo piacevole e per essere una società che non si limita a essere orgogliosa delle sue scarpe, ma che offre anche un’assistenza cordiale e sincera che è davvero stupefacente. Non so come ringraziarvi!
Le kyBoot, e prima ancora le MBT, le conosco da tempo, perché sono molti anni ormai che conosco Karl Müller. Sono entrato a far parte di un coro e dovevamo vestirci di bianco. Quindi mi sono messo alla ricerca e ho trovato un paio di mocassini in una sanitaria. Ma dopo i concerti lunghi avevo sempre i piedi bollenti, mi bruciavano, e la schiena mi faceva male. Così mi sono ricordato delle kyBoot e ne ho comperato un paio bianche. Emanuel Sieber mi chiese come mai avessi bisogno di quelle scarpe e se lavorassi in ospedale. Gli spiegai che le scarpe intendevo utilizzarle per il coro, ed è così che abbiamo attaccato bottone.
Indosso le kyBoot ormai già da sei anni. Mi hanno salvato. Avevo forti bruciori alla parte anteriore della pianta del piede. Prima dovevamo camminare a lungo su superfici in pietra. Contro il dolore non funzionava nulla. Ho anche comperato dei plantari per 400 franchi, e neppure quelli sono stati risolutivi. Questa scarpa invece mi ha salvato.
Quando si lavora tanto - e io che sono cuoco devo stare molto tempo in piedi, intorno alle 12 ore, senza muovermi tanto, allora è facile che vengano un po’ di fastidi, non li chiamerei proprio dolori, ma alla fine della giornata bruciano le piante dei piedi. Invece con queste scarpe non si sente niente.
Abbiamo partecipato alla festa musicale cantonale, dove abbiamo portato le scarpe dalla mattina alla sera. Il giorno dopo non avevo alcun rossore ai piedi. Mi sentivo proprio bene. Con le mie vecchie scarpe mi bruciavano sempre i piedi. Il giorno dopo dovevo sempre rinfrescarli. Con il kyBoot non avevo nessun problema. Per me è stata un’esperienza molto positiva.
I vantaggi consistono nel semplice fatto che si avvertono meno dolori ai piedi.I pieni sono meno doloranti, si infiammano meno e si riesce a tenere queste scarpe molto più a lungo e senza problemi. Non si soffre neppure di mal di schiena, almeno nel mio caso. Guarda il video
Con queste scarpe posso stare in piedi tutto il giorno senza problema. Sto bene anche quando dobbiamo essere pronti già alle 3 del pomeriggio e il concerto comincia appena alle 7 di sera. Non ho fastidi né alla schiena né alle ginocchia, e nemmeno i piedi che vanno a fuoco. È cambiato tutto, come dal giorno alla notte.
Sono morbide e comode. Ora sto addirittura provando le scarpe da trekking, le indosso per la prima volta. Ho potuto provare un paio di scarpe da lavoro per 14 giorni. Sono ottime per camminare. All’inizio avevo un leggero bruciore al piede, e un punto dolorante al piede destro a causa di una infiammazione che ancora non è passata. Ma per camminare sono molto comode.

Esperienze/Ulteriori domande sul bruciore ai piedi

No FAQ's found.

Torna sù