Articolazioni tibiotarsiche instabili / lassità legamentosa

L'instabilità dell'articolazione tibiotarsica può insorgere a seguito di uno stiramento o di una rottura dei legamenti o nel caso in cui i legamenti siano ricresciuti in modo lasso (instabilità meccanica). Ciò può alterare la coordinazione della caviglia con legamenti e muscoli adiacenti. Tale fenomeno viene anche definito disturbo della percezione della profondità (propriocezione ).

La percezione della profondità risulta decisiva nei processi di movimento del corpo umano e agisce parzialmente in modo inconsapevole. L'instabilità cronica dell'articolazione del piede può dipendere non solo dallo stiramento dei legamenti, bensì probabilmente anche dalla presenza di un disturbo nella percezione della profondità o nella coordinazione della muscolatura.

Con kybun è possibile allenare quotidianamente la coordinazione del piede, senza dispendio di tempo aggiuntivo, e al contempo migliorare la propriocezione del piede stesso. L'allenamento promuove la coordinazione di muscoli e legamenti, consentendo di stabilizzare il piede in modo attivo.

Definizione

Lassità acuta o cronica dell'articolazione tibiotarsica superiore (TT sup) a causa di insufficiente capacità di stabilizzazione legamentosa (dei legamenti) e/o neuromuscolare (percezione della profondità/propriocezione).

Cause

L'instabilità tibiotarsica superiore acuta deriva dalla rottura dei legamenti a seguito di un evento traumatico. Tale instabilità può colpire sia il complesso legamentoso laterale (legamento fibulo-talare anteriore e fibulo-calcaneare), che il complesso legamentoso mediale (legamento deltoideo, legamento calcaneo del navicolare), come pure entrambi. Nella maggior parte dei casi viene diagnosticata un'instabilità tibiotarsica superiore laterale dovuta a un trauma di inversione/supinazione del piede.

Una distorsione dell'articolazione tibiotarsica può comportare per la stessa articolazione un'instabilità permanente (cronica). L'articolazione tibiotarsica (o della caviglia) risulta dunque affetta da instabilità cronica se, anche dopo sei mesi dalla prima distorsione, l'articolazione continua a piegarsi troppo dolcemente o se si sono verificate nuove distorsioni. In caso di instabilità aumentano le possibilità di una successiva slogatura. Il 10-20 percento delle persone che hanno subito una distorsione presentano un'articolazione tibiotarsica instabile.

Conseguenze a lungo termine

Nonostante le misure di elevata qualità adottate dalla terapia conservativa dell'instabilità dell'articolazione tibiotarsica superiore acuta, nel 20% dei casi di decorso viene sviluppata un'instabilità cronica dell'articolazione tibiotarsica superiore che, se non trattata, tende a sfociare in una artrosi post-traumatica dell'articolazione tibiotarsica.

Terapia convenzionale

In caso di instabilità dell'articolazione tibiotarsica è possibile optare per diverse modalità di trattamento:

  • l'approccio iniziale è di tipo funzionale, ovvero tramite fisioterapia ed eventualmente con il supporto di un tutore rigido. Il trattamento consueto è basato sul cosiddetto allenamento neuromuscolare. L'obiettivo è quello di migliorare la forza, la stabilità e la coordinazione dell'articolazione tibiotarsica.
  • Se, al termine dell'allenamento, la condizione dell'articolazione rimane instabile e i legamenti eccessivamente distesi, è possibile intervenire chirurgicamente con un accorciamento.
  • Anche se un problema all'interno dell'articolazione può essere curato mediante intervento chirurgico, una fase di instabilità di lunga durata può sviluppare anche un'alterazione nella coordinazione muscolare. Pertanto gli esercizi di riabilitazione risultano parte fondamentale del trattamento anche dopo l'operazione.

In passato le scarpe stabilizzanti venivano adattate in base all'instabilità del piede. Al giorno d'oggi è risaputo che queste misure non penetrano a fondo nelle cause e rischiano di incrementare l'instabilità del piede. Il metodo risulta dunque sensato solo in seguito a un evento traumatico di grave entità o in caso di instabilità molto elevata non più sottoponibile a terapia.

La frequente prescrizione del cosiddetto sistema di scarpe Künzli, di plantari e tutori trasmetto tuttora la sensazione di poter correggere l'instabilità dei piedi.
Per questa ragione alcuni clienti affetti da lassità legamentosa pensano erroneamente che il kyBounder e le kyBoot non siano adatti alla loro situazione. In realtà è proprio il contrario:

l'instabilità all'articolazione della caviglia e la lassità legamentosa possono essere allenate solo su un supporto instabile (p. es. utilizzando un kyBounder o le kyBoot)! Anche in fisioterapia, numerosi esercizi di coordinazione vengono eseguiti su supporti instabili (come balance board, giroscopi e così via) al fine di allenare la propriocezione e la coordinazione del piede.

Principio di efficacia di kybun – Agire in modo proattivo

In caso di articolazioni tibiotarsiche instabili, una volta attenuatisi i dolori e ridottosi il gonfiore, è fondamentale intervenire subito allenando attivamente la propriocezione al fine di migliorare la coordinazione del piede. In seguito a una lesione, la coordinazione risulta sempre compromessa. Pertanto è fondamentale intervenire tempestivamente per evitare lesioni successive ai piedi.

Grazie al materiale morbido ed elastico della suola delle kyBoot e del kyBounder si attenua l'impatto con il suolo rigido. In tal senso, l'allenamento kybun è delicato e si può cominciare già appena dopo la lesione. Allo stadio acuto o al primo stadio subacuto, il kyBounder è particolarmente idoneo poiché qui gli esercizi possono essere adattati in modo mirato.

Sul materiale morbido ed elastico della suola delle kyBoot/del kyBounder il piede è in grado di muoversi naturalmente in tutte le direzioni. In questo modo, si costringe il piede a stabilizzarsi con la propria muscolatura. Ogni passo comporta una serie di piccoli movimenti interni al piede che lo rendono gradualmente più forte. Grazie a questo intenso allenamento, la coordinazione/propriocezione del piede viene chiaramente migliorata e vi sentirete più stabili e più sicuri. Sentirete la differenza già dopo poche applicazioni.

Grazie ai movimenti delicati sul materiale morbido ed elastico, si migliora l'agilità del piede nonché la vascolarizzazione. In particolare, a seguito di una lesione, è fondamentale evitare le aderenze e cicatrizzazione per promuovere la guarigione.

Reazioni iniziali

Specifiche reazioni iniziali in presenza di articolazioni tibiotarsiche instabile / lassità legamentosa:

all'inizio può accadere che vi sentiate molto instabili sulle suole delle kyBoot oppure sul kyBounder e che abbiate la sensazione di cadere lateralmente. Ciò è assolutamente normale e sta a significare che i vostri piedi sono instabili e che devono essere allenati. All'inizio, il materiale morbido ed elastico viene spesso percepito come molto vacillante, ma questa sensazione diminuirà, non appena i vostri piedi avranno maggiore stabilità. Seguite gli ulteriori suggerimenti nei "Consigli per l'uso" di seguito riportati e chiedete una consulenza personale presso un rivenditore kybun qualora le reazioni iniziali non dovessero migliorare.

 

Per informazioni sulle tipiche reazioni iniziali per gli utenti che utilizzano per la prima volta il kyBounder e le kyBoot cliccare su questo link: Reazioni iniziali

Esercizi kybun

Per informazioni sugli esercizi speciali delle kyBoot e gli esercizi basilari da eseguire sul kyBounder cliccare qui: Esercizi kybun

In caso di articolazioni tibiotarsiche instabili è fondamentale applicare all'esecuzione standard dell'Intervall Walking le seguenti modifiche :

  1. prediligere esercizi lenti al fine di allenare la coordinazione muscolare (migliorando la coordinazione, aumenta anche la stabilità)
  2. Se viene avvertita una sensazione di affaticamento, eseguire esercizi rapidi che favoriscano la ripresa muscolare.

Consigli per l'uso

  • Inizialmente è molto importante scegliere il corretto dosaggio, vale a dire calibrare in base alla persona la durata di utilizzo delle kyBoot e del kyBounder. All'inizio, prediligete distanze più brevi e terreni semplici, affinché il vostro corpo possa abituarsi alla camminata impegnativa con le kyBoot/ a stare in piedi sul kyBounder.
  • Aumentate la durata di utilizzo lentamente, a discrezione, fintanto che i piedi non saranno abbastanza potenti e coordinati nelle kyBoot da poterle indossare per più ore di seguito. L'utilizzo è strettamente personale: alcune persone riescono già dopo pochi giorni, mentre altre necessitano di più tempo.
    Le kyBoot sono uno strumento di allenamento e successivamente, senza nessun obbligo, potrebbero trasformarsi nelle calzature indossate tutti i giorni.
  • Durante l'utilizzo del kyBounder o delle kyBoot assicurarsi di posizionare il piede in modo corretto. Il piede dovrebbe poggiare in linea retta sul materiale morbido ed elastico, senza piegarsi né verso l'interno né verso l'esterno. Se i piedi sul kyBounder/ nelle kyBoot si piegano verso l'interno o verso l'interno, di norma la causa non è amputabile a kybun, bensì a una debolezza del piede , da ridurre lentamente attraverso l'allenamento. Si nota subito se i piedi caricano su un lato, in quanto in quel punto la suola cede.
  • Provate a concentrarvi sulla postura del piede e a correggere l'inclinazione laterale. In questo modo, è possibile rinforzare la muscolatura del piede nonché rimuovere col tempo tale inclinazione. Fate attenzione a non contrarre il corpo. Ulteriori informazioni a riguardo sono disponibili nella sezione "Inclinazione laterale".
  • Evitare di compiere passi eccessivamente lunghi, in modo da stabilizzare il piede sopra la suola delle kyBoot con più semplicità e ridurre così la tendenza all'inclinazione laterale.
  • L'impossibilità a mantenere la corretta andatura o a correggere l'eventuale tendenza a tale inclinazione sono da intendersi come sintomo di stanchezza, cui ovviare prendendosi una breve pausa dalle kyBoot.
  • In presenza di muscolatura del piede debole, può risultare vantaggioso optare, nell'acquisto del primo paio di kyBoot, per un modello con effetto trampolino più debole. La suola è leggermente più stabile nell'area del metatarso. (Per maggiori informazioni rivolgersi al proprio rivenditore kyBoot).
  • Si consiglia di provare personalmente i vari modelli kyBoot, in quanto quelli dal taglio più alto conferiscono al piede maggiore stabilità.
  • Se la sensazione di insicurezza persiste camminando con le kyBoot, il kyBounder potrebbe rivelarsi lo strumento di allenamento ideale per rinforzare accuratamente la muscolatura dei piedi. Il corpo ha bisogno di tempo: mai darsi troppo presto per vinti!
    Il kyBounder è disponibile in 3 diversi spessori. È dunque possibile scegliere lo spessore che meglio si addice al proprio corpo (maggiore spessore = maggiore instabilità = maggiore intensità di allenamento).
    Inoltre, il kyBounder offre la possibilità di sorreggersi a un oggetto rigido, qualora fosse necessario un appiglio aggiuntivo.

Opinioni/Cosa dicono i clienti

Sono stata una brava ballerina in Danimarca per molti anni. Non sapevo che il ballo avrebbe rotto le mie ossa. Ho subito un intervento, ma non riuscivo a camminare molto bene. Ho acquistato un paio di scarpe nel negozio kyBoot in Danimarca e pensavo che queste mi avrebbero aiutato a risolvere il problema. In due mesi ho ricominciato a camminare meglio. Ho perso circa 8 kg in 7-8 mesi. Durante quel periodo ho acquistato sei paia di sandali e scarpe da kyBoot. Queste scarpe hanno cambiato la mia vita e sono anche in grado di camminare velocemente. Non ho più i plantari che ho utilizzato per molti anni. Sono molto contenta della mia nuova vita.

In estate avevo forti dolori e gonfiori al piede e non riuscivo a poggiarlo a terra. Visto che mancavano pochi giorni alle mie vacanze, ero davvero preoccupata. Senza esitare ho infilato nei miei sandali kyBoot una soletta in gel rinfrescante e dopo tre giorni mi ero ristabilita a tal punto da riuscire a camminare per brevi tratti senza alcun disturbo. Grazie alle kyBoot, mi sono proprio goduta la mia vacanza: ho potuto viaggiare ovunque e praticamente senza alcun dolore. Inoltre, dopo aver indossato prevalentemente le kyBoot per alcuni mesi, ho constatato che ora la mia andatura è molto più sicura e stabile e tutta la muscolatura della gamba si è rafforzata notevolmente. Sono molto grata per queste scarpe meravigliose e posso solo che consigliarle.
Cammino molto, fino a 15 chilometri al giorno, e la sensazione è fantastica, sono rilassanti e comode. Per me sono le scarpe migliori per allenarsi.

Senza le mie scarpe kybun non affronto più alcun viaggio, nel vero senso della parola. Davvero! In aereo non tolgo mai le mie scarpe kybun e, dopo aver visitato una città, sono l’unica che alla sera è ancora in forma :-)

Indossare queste scarpe è così piacevole che mi sembra di camminare su una nuvola o sul muschio.

A ottobre 1993 ho dovuto effettuare un atterraggio di emergenza nella regione settentrionale di Israele. Eravamo appena decollati, quando dopo pochi minuti di volo, il motore si è arrestato improvvisamente. Abbiamo dovuto effettuare l’atterraggio di emergenza su una superficie molto pericolosa, con molte rocce e pietre. Per fortuna nessuno dei passeggeri ha riportato ferite. Io, tuttavia, mi sono rotto la caviglia destra. L’evento si è protratto per 18 mesi, durante i quali ho subito tre operazioni e le stampelle sono state le mie fidate accompagnatrici, fintanto che non ho ripreso a camminare. Le ho provate tutte, senza tuttavia aver trovato alcuna soluzione fino ad oggi. Provavo sempre una sensazione di disagio e dolore. Due mesi fa un amico mi ha consigliato le kyBoot. Le ho provate e la sensazione è stata fantastica! Porto le kyBoot già da 1 mese e mezzo. Per la prima volta, dopo l’incidente, riesco a camminare senza claudicare, provare dolore o altre sensazioni spiacevoli. Posso persino percorrere percorsi più lunghi. In breve: le scarpe mi danno così tanta soddisfazione che penso di comprarmene un altro paio per il prossimo inverno.

Ho sofferto di complicazioni ai piedi per molti anni. Adesso, finalmente, ho trovato delle scarpe dotate di una suola flessibile al punto giusto per i miei piedi. La mia professione, al ristorante e in cucina, mi costringe a stare molte ore in piedi, su superfici spesso bagnate e sdrucciolevoli. Con le kyBoot, tuttavia, mi sento al sicuro, in quanto per niente scivolose. I piedi, inoltre, non si affaticano come nelle scarpe normali, anche dopo lunghe giornate di lavoro.
“Queste scarpe mi hanno regalato un’esperienza di camminare completamente nuova. Ogni passo è flessibile, indipendentemente dalla superficie di appoggio. Comfort e praticità non sono mai venuti meno, indipendentemente dal fatto che camminassi su fanghiglia, strade ghiacciate, o che la temperatura fosse -30°. Dal momento che queste scarpe non fanno sudare, posso mantenere il piede caldo anche quando indosso calze di lana fini. Sono scarpe assolutamente fantastiche!”
Dopo aver sofferto di dolori lancinanti causati da un’artrosi dell’alluce (con iperostosi localizzata al di sopra dell’articolazione dell’alluce) ed aver preso in considerazione l’intervento chirurgico, prima di procedere ho voluto fare un tentativo con le kyBoot. Il 6 febbraio 2016, alle 15, mi sono recato al negozio kyBoot di Costanza, nella Bodanstrasse 29. Ero abbastanza scettico nei confronti del prodotto e avevo tantissime domande. Per mio grande stupore, la commessa non era solo particolarmente cordiale, ma anche estremamente competente. La consulenza è dunque andata per il meglio e l’addetta, con grande pazienza, ha soddisfatto ogni mia curiosità. I miei omaggi a questa brava commessa! Alla fine ho optato per il modello da uomo Jindo Tobacco (taglia 43 1/2), l’ho ricevuto immediatamente e l’ho indossato per fare un giro a Costanza. Ho avvertito fin da subito un miglioramento sostanziale e una sensazione nuova. Ero esterrefatto per la comodità di queste scarpe, tanto che, se non avessimo accelerato il passo, avremmo perso il traghetto di ritorno verso casa. Più tardi ho realizzato che con le mie vecchie scarpe normali non avrei mai potuto azzardare quell’andatura e, se così fosse stato, avrei provato dolori fortissimi. Ero dunque ancora più felice che mai di possedere un paio di scarpe che mi permettessero di affrettarmi senza dolore. Una situazione impensabile prima dell’acquisto. Grazie a questa comodità non provo più alcun dolore all’alluce quando cammino. Prima, al contrario, soffrivo anche di dolori alla caviglia, poiché veniva sforzata eccessivamente. Tuttavia anche questi disturbi sono svaniti in un lampo. Queste scarpe mi hanno risparmiato un’operazione, non posso dunque che consigliare a tutti coloro che soffrono dei miei stessi disturbi di provare le meravigliose kyBoot, prima di optare per un intervento chirurgico. 
Scarpa kybun - altrimenti si ottiene nulla in piedi!
Non riuscirei più ad immaginarmi una fiera senza la scarpa kybun. La sera non ho né gambe pesanti né mal di schiena e mi sento attivo ed in forma anche dopo una giornata di lavoro.
Con la scarpa kybun alleno tutto il corpo per la danza. Non ho solo i piedi molto più forti; tutta la tensione muscolare del corpo è migliorata.
Indosso la scarpa kybun tutto il giorno. Quando indosso una scarpa tradizionale, il pavimento mi sembra durissimo. Nonostante al lavoro trascorra molte ore in piedi, la sera non ho dolori ai piedi o alle gambe e non mi sento stanco.
Indosso volentieri la scarpa kybun durante le mie passeggiate. Ammortizzano bene e mi sembra che facciano molto bene anche alla schiena.
Indossare la scarpa kybun è come un allenamento invisibile quotidiano per un’andatura eretta, una postura corretta, per l’allenamento del pavimento pelvico e per il benessere di tutto il corpo.
Stentavo a credere che esistesse qualcosa di meglio delle MBT e invece esiste: le scarpe kybun. Per il mio lavoro di capocantiere nella costruzione di strade ho bisogno di una scarpa dall’aspetto dinamico e al contempo adeguata per essere calzata durante i meeting. Ho trovato proprio il modello che fa per me e sono veramente soddisfatto. Le scarpe kybun sono fantastiche!
All’inizio ero molto scettica, ma solo dopo pochi passi con le scarpe kybun mi sono dovuta ricredere. Avevo l’impressione di camminare su un morbido tappeto di muschio e in quel momento ho capito che dovevo assolutamente avere una scarpa così! È stato amore a prima vista o meglio... al primo passo!
Indosso con entusiasmo le scarpe kybun da ormai 6 anni! Lavorando in una parafarmacia, trascorro la maggior parte del tempo in piedi! Per fortuna, grazie alle scarpe kybun, non ho più né dolori ai piedi né gambe pesanti anche dopo una lunga giornata di lavoro.
In giro con le scarpe migliori e sui sentieri più belli. Con incredibili benefici.

I miei 30 anni di attività nel settore commerciale, in scarpe eleganti, ma purtroppo eccessivamente scomode, hanno lasciato il segno sulle gambe. Oltre al neuroma di Morton, problemi di alluce valgo, dolori alle ginocchia e alla spina dorsale, l’estate scorsa, a seguito di un incidente, si è aggiunta anche una frattura del femore. Camminare o stare in piedi, senza provare dolore, era quasi impossibile, anche se utilizzavo scarpe basse e plantari. Grazie a Dio, un’amica mi ha consigliato le kyBoot, che lei utilizzava già da tempo, conoscendone dunque bene i vantaggi. L’acquisto è valso la pena, in ogni caso, anche per me. La suola, imbottita e con cuscino d’aria, è comoda e rende la camminata un vero e proprio piacere, poiché sembra di passeggiare sul cotone. Inoltre, trovo le scarpe particolarmente eleganti. In tal senso, ho ricevuto complimenti da molte persone. La scelta è stata veramente ardua, data la vasta gamma di modelli a disposizione e credo proprio che questo non sarà né il primo, né l’ultimo paio! 

Il pomeriggio trascorso al World of walk-on-air è stato fantastico, istruttivo e ricco di esperienze. È stato estremamente interessante imparare così tanto e il vostro sostegno durante questa esperienza è stato d’aiuto e semplicemente straordinario. È stato splendido aver potuto contare sulla vostra immensa pazienza e aver provato le scarpe in tutta tranquillità. Per la mia vicina di casa si è trattato di un pomeriggio prezioso, poiché non conosceva ancora davvero le scarpe e finora aveva provato solamente le mie pantofole per alcuni giorni. Anch’io ho avuto la possibilità di imparare molte cose di cui non ero ancora a conoscenza. Continuate su questa strada. La combinazione tra un’offerta imperdibile e una consulenza competente e cordiale è straordinaria. Consiglierò sicuramente il World of walk-on-air ad altre persone e, chissà, magari verrò di nuovo in visita con amici interessati.
A nome dei visitatori di ieri sera, intendo ringraziare sentitamente l’azienda kybun per l’impeccabile organizzazione e la guida oltremodo interessante e competente.  Ho ricevuto dai partecipanti solo complimenti. Ci avete mostrato che, nonostante la modernità e l’eccellenza dei prodotti, occorre comunque un certo impegno per raggiungere il successo. Il percorso da voi creato è la migliore idea che abbia mai visto per quanto riguarda l'incentivazione delle vendite. Mi fa piacere vedere che presentiate il vostro prodotto in maniera fantastica. Congratulazioni.
La visita del World of walk-on-air è stata la prova ufficiale che, adottando semplici misure, è possibile influire positivamente sulla salute. Questo ambiente, unico nel suo genere, è stato fonte di informazioni fondamentali, nonché di spunti di riflessione, dimostrando quanto il movimento faccia bene alla salute e alla qualità della vita. Nel ringraziare l’azienda per il suo impegno nel promuovere la salute, ci auguriamo che il World of walk-on-air richiami l’interesse di numerosissime altre visitatrici e visitatori.
Soffro di linfedema al piede e alla gamba, nonché di problemi alla schiena. Tuttavia, da quando indosso le kyBoot, i dolori alla schiena sono diminuiti, cosa che ha ridotto anche i disturbi alle gambe. Noto che, sebbene la camminata richieda uno sforzo maggiore, il movimento non risulta fastidioso. Al contrario: sembra di muoversi sulle nuvole.  La consulenza e il supporto del sig. Zeller sono stati ottimali, segno di grande competenza nel campo. Il sig. Zeller mi è stato d’aiuto con i suoi suggerimenti su come affrontare i miei problemi specifici. Un supporto, da cui ho tratto grandi benefici. All’inizio, a fare la differenza è stato ovviamente poter provare le calzature per qualche giorno.

Per chi utilizza protesi le scarpe kybun rendono la camminata molto più naturale, oltre a preservare maggiormente la schiena. In particolare, scendere le scale con le scarpe kybun mi sembra molto più facile. La consulenza è stata straordinariamente positiva: il sig. Zeller ha risposto a tutte le mie domande in modo esaustivo. Sarei pronto a ricomprare queste scarpe in qualsiasi momento!

Soffro di alluce valgo ad entrambi i piedi, cosa che, oltre a provocarmi forti dolori, mi costringe, da anni, a ricorrere a plantari nelle scarpe. Quando i dolori si sono ripresentati, ho deciso di provare queste scarpe con cuscino d’aria che avevo avuto modo di conoscere grazie alla pubblicità. Ed ecco qua: da quando porto le kyBoot, sono tornata a fare escursioni brevi, senza provare alcun dolore, e quelle più lunghe con solo qualche accenno di disturbo. Cerco inoltre di indossarle, nella vita di tutti i giorni, quanto più spesso possibile, poiché anche i piedi si affaticano di meno. Nei momenti in cui non le indosso, per le occasioni più importanti, posso nuovamente permettermi di portare scarpe “normali”, che per una donna è molto importante. Utilizzo le kyBoot ormai da diversi anni.

Dopo anni di ricerche, trovo che le scarpe kybun siano fantastiche. Grazie al Sig. Jürgen Zeller. Dal 2009 ho subito una disarticolazione del ginocchio destro, sono molto attivo sotto il profilo sportivo e devo dire che le scarpe kybun rappresentano un vero e proprio SUCCESSO per la mia protesi (Genium).

Una classe straordinaria! Come ho conosciuto le scarpe kybun? Jürgen ha postato un link alla sua pagina nel nostro gruppo Facebook. Mi sono incuriosito. Perché? Sono amputato alla coscia sinistra e l’articolazione tibiotarsica della mia gamba destra è danneggiata, il che mi provoca dolori costanti. Magari queste scarpe possono alleviare i miei fastidi. Ci siamo scambiati un paio di e-mail e Jürgen mi ha subito messo a disposizione un paio di calzature di prova. Dopo 14 giorni, mi sono convinto e ho ordinato le mie scarpe. Che cosa mi ha convinto? È come camminare su una nuvola. Rispetto alle mie scarpe Salo..., con le quali ho l’impressione di marciare, camminare con le scarpe kybun mi dona una sensazione di leggerezza. Tutto il movimento è davvero piacevole. Anche scendere e salire le scale è diventato più facile. I miei passi sono più leggeri e riesco a camminare senza far rumore. Anche camminando per strada, la sensazione che si riceve è nettamente migliore. E questa è la mia prima impressione dopo solo due settimane che le indosso. Certo, le altre scarpe possono essere più convenienti. Ma le scarpe kybun mi fanno bene. E per questo, sono convinto di aver fatto un buon acquisto. Consiglio vivamente queste le scarpe kybun.   Grazie di cuore, Jürgen. Con il tuo grande impegno, moltissime persone potranno scoprire le scarpe kybun,
sperando che la curiosità le porti a provare queste scarpe
Ho 71 anni e sono stato da poco amputato alla coscia sinistra. Su Internet ho scoperto per caso le kyBoot, quindi ho chiesto informazioni per telefono al Signor Zeller. Due giorni dopo, ho ricevuto un paio di kyBoot di prova a casa mia. Potevo testarle per due settimane in casa, e poi decidere se tenerle o restituirle. Trascorsi i primi tre minuti dopo aver indossato le kyBoot, ho preso il telefono e ho acquistato subito le mie scarpe! Non ho mai avuto scarpe così morbide, comode e alla moda. Le porto ogni giorno ormai da due settimane e le trovo fantastiche. Ora riesco a camminare decisamente di più rispetto a quando portavo le mie vecchie scarpe! Cinque giorni fa, mia moglie ha ordinato i sandali kyBoot dal Signor Zeller e se li toglie solo per andare a dormire... È davvero entusiasta dei nuovi sandali. Consiglio vivamente le kyBoot! Mille grazie, Signor Zeller.
Ho potuto provare la scarpa kybun per un paio di giorni e ho avvertito quella sensazione nella camminata “come se fluttuassi tra le nuvole”. Camminare è stato facile e, nonostante la mia statura ridotta, il mio passo era molto svelto... Dopo il trasloco ordinerò un paio di scarpe da kybun. Queste scarpe meritano di essere indossate!

La mia esperienza con le scarpe kybun è oltremodo positiva. Dopo la mia amputazione, ho incontrato quasi subito Jürgen Zeller presso il mio tecnico ortopedico, ricevendo da lui le mie prime scarpe kybun. Poiché accusavo dolore anche alla gamba destra a causa dell’infortunio, il mio entusiasmo per le scarpe kybun è stato massimo fin dall’inizio. Ho provato tutti i modelli di scarpe sportive, anche costose, ma nessuno di questi si avvicina benché minimamente alle scarpe kybun! Le scarpe kybu nammortizzano l’impatto del tallone sul terreno, donano sicurezza e mi permettono di camminare a lungo, senza avvertire dolori alla gamba o bruciore alla pianta del piede. Con le scarpe kybun ho dimenticato la paura di cadere quando il pavimento è scivoloso o umido. Con tutte le altre scarpe, dopo breve tempo, accusavo dolori localizzati e bruciore alla pianta del piede. Inoltre, anche provando altre scarpe, non ho mai percepito una tale sensazione di sicurezza nella camminata. Ritengo che le scarpe kybun siano estremamente stabili, mi supportano in ogni situazione e sono sicure. All’inizio magari non si è abituati al fatto che risulta necessaria una leggera compensazione. Tuttavia ho notato in fretta che queste scarpe mi sono d’aiuto durante la camminata. Credo che le scarpe kybun siano le scarpe ideali, in particolare per coloro che hanno iniziato da poco a camminare con una protesi. Le scarpe kybun infatti supportano la camminata in modo straordinario.

Ciao Jürgen. Come promesso, domani ti restituirò malvolentieri le mie scarpe di prova. Non sono di certo una camminatrice attiva, ma anche se le mie camminate sono più brevi, noto una differenza notevole tra le mie scarpe e le kyBoot. La mia posizione in piedi è totalmente diversa e alzarsi è diventato più semplice. Ne sono entusiasta Adoro le kyBoot, non avrei mai pensato che fossero così sicure e comode durante la camminata. Qualche giorno fa le mie kyBoot si sono inzuppate e ho dovuto indossare delle scarpe normali: è stato completamente diverso. Mi sembrava di camminare con i piedi di piombo. Grazie al cielo non succederà mai più.

La mole di lavoro nella professione medica è elevata e rimaniamo sempre in piedi tutto il giorno. Per questo ho deciso di lavorare indossando la scarpa svizzera con cuscino d’aria kyBoot, che scarica le mie articolazioni e mi aiuta a trascorrere più tempo in piedi senza avvertire stanchezza o dolori fastidiosi. Grazie alla speciale suola, mi sembra di camminare “a mezz’aria”!
Se le scarpe calzano, i vantaggi valgono ogni singolo centesimo. Tutto quello che facciamo, dal controllo del peso all’aumento del movimento e dell’esercizio fisico (rigenerando così il nostro corpo), alla riduzione dello stress nella nostra quotidianità, contribuisce alla capacità di gestire il nostro stato di salute e migliorare la qualità della nostra vita. Se una scarpa ci aiuta a provare meno dolore o ci permette di muoverci più a lungo prima di avvertirlo (inizio della fase dolorante), allora farà proprio al caso nostro. Non solo soffriremo di meno, ma ricalibreremo più velocemente che mai tutti i nostri movimenti, aspetto che a sua volta ci aiuterà a gestire meglio il dolore.
Post originale dal blog:limberation.com
Grazie alla scarpa kybun ora riesco a camminare correttamente. Ieri mi sono recata con mio cognato a Lenzerheide, abbiamo fatto un’escursione da Rothorn-Mittelstation Scharmoin fino alla cascata e da lì siamo tornati a Lenzerheide tramite sentieri. Un trekking davvero stancante. Ho indossato la scarpa kybun da trekking (modello arancione) e si sono rivelate perfette. Ammortizzano davvero ogni passo. Ho 72 anni e dal 2011 ho avuto svariati infortuni di grave entità, quindi sono doppiamente grata a kybun perché produce queste fantastiche scarpe SWISS MADE! Per me è importante! Rimanete fedeli alla vostra cultura, io consiglierò a tutti i vostri prodotti.

Penso che la scarpa kybun siano sempre molto importanti per la mia vita da sportiva professionista. Le uso prevalentemente nella mia quotidianità, tra le unità di allenamento a casa oppure quando so che devo rimanere in piedi più a lungo.

Avverto distintamente che la muscolatura dei piedi si è irrobustita su entrambe le gambe: camminare con la scarpa kybun è un vero piacere, come se si camminasse su una nuvola.

Desidero quindi ringraziare profondamente kybun per l’assistenza e il supporto davvero eccezionali! Consiglio a tutti la scarpa kybun; non importa se siete sportivi o semplicemente se le usate nella vostra quotidianità: appena le indosserete, noterete una grande differenza!

Non importa se in ufficio o a casa: grazie alla suola elastica e molleggiata, la scarpa kybun è la scarpa perfetta per camminare o stare in piedi su suoli duri a lungo. Con queste scarpe non avverto mai pesantezza alle gambe e ho una postura migliore. Quindi prevengo consapevolmente ogni tipo di dolore alle articolazioni. “Non importa se a casa o in ufficio: grazie alla suola elastica e molleggiata, la kyBoot è la scarpa perfetta per camminare o stare in piedi su suoli duri a lungo. Con queste scarpe non avverto mai pesantezza alle gambe e ho una postura migliore. Quindi prevengo consapevolmente ogni tipo di dolore alle articolazioni”.

Indosso le scarpe kybun già da molto tempo - sicuramente da sette o addirittura da 8 anni. Ho l’artrosi alle ginocchia e avevo sempre problemi a camminare e a stare in piedi. Perciò stavo cercando di fare qualcosa di buono per i miei piedi. All’inizio ho provato il kyBounder. Nei più svariati lavori dove occorre stare in piedi per molto tempo p. es. in cucina. Ha fatto molto bene alle mie ginocchia. Già dopo poco tempo ho acquistato il mio primo paio di kyBoot. A oggi ho già alcuni modelli diversi. Non esistono scarpe migliori per le mie ginocchia rovinate.

Desidero cogliere questa opportunità per ringraziarvi con tutto il cuore per il grande supporto. Le scarpe kybun mi hanno aiutato tantissimo a tornare in pista e vi sono estremamente grata per questo supporto. 
Gli autisti volontari della Croce Rossa Svizzera del Cantone San Gallo Rorschach & Rheintal hanno partecipato a un evento per autisti e conosciuto da vicino il kybun World. Indossando le scarpe, si sono resi conto in modo impressionante di quanto esse siano resistenti e ammortizzanti. Soprattutto al momento di rimettersi le scarpe di tutti i giorni, l'effetto "wow" è stato incredibile. Il tour esperienziale è stato emozionante, informativo e molto divertente. Grazie mille per la competenza e la disponibilità con cui l'avete gestito. Un'ottima escursione per i gruppi, soprattutto perché è possibile provare le scarpe direttamente.
La scarpa kybun combina idealmente tre fattori importanti per camminare in modo sano e piacevole - la leggerezza di ogni passo, il comfort - grazie alla perfezione della scarpa in quanto a forma e ampiezza - e il semplice allenamento degli arti inferiori nonché l’esercizio fisico attraverso la camminata regolare, sulla base del principio dell’instabilità sotto i piedi. Il coinvolgimento dei muscoli massimi degli arti inferiori e del busto porta automaticamente al loro rafforzamento. Coinvolgere tutti i muscoli nella camminata regolare comporta anche un significativo aumento delle prestazioni della “pompa muscolare”, il che ha un effetto benefico sul sistema venoso e linfatico degli arti inferiori. Camminare con questa scarpa allevia il dolore cronico alla schiena e alle articolazioni, è benefico per tendini e legamenti troppo allenati e, ultimo ma non meno importante, può ridurre la tensione e la pressione nei polpacci. Principalmente uso la scarpa kybun per camminare su superfici dure: ad esempio per recarmi a lavoro in città, per turismo urbano intensivo (escursioni, ecc.). Ma ne trarrai grande beneficio anche su terreni più leggeri. Indossa la scarpa kybun e i tuoi piedi te ne saranno grati!! Detto questo, è semplicemente comoda per camminare...
Dal 2016 ho fatto 11'606'690 passi sulla suola elastica cuscino della scarpa kybun. Con ciascuna delle mie scarpe, ho fatto una media di 3,8 milioni di passi.